Londra, sempre più green ed eco-friendly

Pubblicato il da Saretta80

Londra, sempre più green ed eco-friendly

Sapevate che Londra è una delle città più verdi d'Europa? I due terzi della capitale inglese sono infatti costituiti da spazi verdi come i Parchi Reali e aree naturali come la Lee Valley Regional Park, per non parlare dei giardini delle innumerevoli piazze di Londra.

Oltre a questi, a Londra si trovano anche spazi verdi più curiosi, tra cui il Barnes Wetland Centre, ideale per le famiglie, grazie al ricco programma di attività per bambini, e per tutti coloro che apprezzano la fauna selvatica, ed in particolare che amano ascoltare il canto degli uccelli, che in questo luogo è particolarmente suggestivo.

A Richmond, uno dei villaggi urbani di Londra, si trova Richmond Park. Qui vive il cervo reale, ed è il luogo perfetto per andare in bicicletta, fare equitazione, kite flying, kite boarding e molte altre attività all’aria aperta.

E’ facile essere green a Londra, essendo accessibile a piedi, in bicicletta e servita da una rete capillare di trasporto pubblico.

Oggi, per chi vuole visitare la città in bicicletta, Boris Bikes, offre noleggi giornalieri, gratuiti se al di sotto dei 30 minuti. Chi invece desidera fare un tour, si può rivolgere alla London Bicycle Company.

Esistono inoltre modi alternativi di vivere la città. Garden Barges Square è una comunità galleggiante stanziata sul Tamigi lungo gli ormeggi di Tower Bridge, i cui abitanti vivono nei barge, tipiche imbarcazioni fluviali britanniche e coltivano orti e giardini sui ponti e i tetti.

Da non dimenticare Neal’s Yard, un quartiere interamente votato al biologico, che ospita negozi, ristoranti e spazi comunitari rigorosamente organici.

Chi visita Londra e desidera fare shopping e mangiare organico e biologico, non ha che l’imbarazzo della scelta. Zilli Green è un fantastico ritorante vegetariano italiano. Il 29 aprile, in occasione del Matrimonio Reale, il ristorante riprenderà a servire il buffet a pranzo a prezzi davvero convenienti. Il piatto più grande costa infatti solo £9.

Mildreds, uno dei ristoranti vegetariani più noti della capitale che si trova a Piccadilly Circus, propone deliziosi menu di cucina internazionale, preparati con ingredienti a cilometro zero.

The Portobello, uno dei ristoranti più caratteristici, da anni offre alla sua clientela piatti preparati con ingredienti da agricolture biologiche britanniche.

Il mercato di Leadenhall ospita anche una bancarella vegana, molto frequentata a pranzo, che propone insalate e piatti unici a base di frutta e verdura provenienti da agricoltura biologica, senza ingredienti di origine animale.

Daylesford è una catena di supermercati rigorosamente bio, che da oltre 25 anni vende solo prodotti provenineti da coltivazioni biologiche. Sono 3 i punti vendita a Londra: Pimplico Road, Notting Hill e Oxford Street.

A Londra si trovano inoltre diversi Farmers Markets, in cui acquistare prodotti direttamente da agricoltori e piccoli produttori.

Presso il Lancaster Hotel e Fortnum & Mason è stato avviato un progetto per la conservazione delle api. Sui tetti dei rispettivi edifici viene prodotto ottimo miele, che viene offerto agli ospiti dell’hotel e venduto nel famoso grande magazzino.

Per quanto riguarda le sistemazioni, a Londra molti hotel applicano criteri ecologici, come l’Hotel Rafayel, un hotel 5 stelle, che nonostante le grandi dimensioni, ha adottato sistemi di ultima generazione per la ventilazione naturale ed il riciclo dell’acqua piovana.

Presso l’Hotel Savoy si può richiedere direttamente l’assistenza del maggiordomo ecologico, che accompagna gli ospiti in un tour della Londra verde. Questo servizio è nato per sottolineare le potenzialità ecologica della città e proporre ai turisti percorsi alternativi, utilizzando i mezzi pubblici a basso impatto come il bus ad idrogeno o una delle seimila biciclette del comune di Londra.

Commenta il post