Mamma, volo da solo! L'assistenza ai minori in aereo

Pubblicato il da Carla Serra

Mamma, volo da solo! L'assistenza ai minori in aereo

Avete mai mandato i vostri figli in aereo da soli? Soddisfatti?

Ecco cosa è successo a mio figlio con Alitalia.

Come viaggiano i minori non accompagnati sui voli Alitalia? Bene quando tutto procede liscio. Almeno così mi è sempre sembrato nei numerosi viaggi in cui osservavo ragazzini condotti a passo militare attraverso i gate e scortati in fondo all’aereo. Male se il personale preposto è negligente, come in questo caso. Perché al primo intoppo ho scoperto che la compagnia non sa dire cosa succeda e chi abbia preso in carico il minore nei vari cambi.

Sembra incredibile, nell’era in cui un libro acquistato su Amazon è tracciato e localizzato minuto per minuto. Sembra incredibile leggendo il modulo su cui si deve registrare: chi, dove e quando custodisce il minore.

Eppure Alitalia ha affermato di non poter verificare chi fosse la propria hostess incaricata all’aeroporto di arrivo di scortare mio figlio ed espletare le formalità in suo dovere. Formalità che appunto non sono state del tutto completate.

Che cosa è successo?

Il 26 giugno 2014, all’arrivo a Boston da Torino via Roma, il bagaglio di mio figlio dodicenne non c’era. Può succedere. Al personale della scuola che attendava il bambino, l’hostess garantì di aver già provveduto alla denuncia affinché Alitalia inviasse il bagaglio all’indirizzo americano fornito nel modulo. Dopo due giorni nessuna notizia. Dopo tante telefonate, ho scoperto che l’hostess Alitalia assegnata a mio figlio non si era recata all’Ufficio Assistenza Bagagli a compilare il Rapporto di irregolarità bagaglio (P.I.R.). Non disponendo del numero di P.I.R., nessun aiuto è stato fornito da Alitalia per rintracciare la valigia. Eppure la mancata presentazione del P.I.R. è stata una negligenza del personale Alitalia. Non solo. Gli operatori non erano in grado di dirmi se il bambino era stato consegnato!

Nonostante il tempestivo reclamo, nessuna risposta è arrivata da Alitalia. Ho così nominato l’avvocato Dario Barbagallo (www.avvocatoviaggiatore.it) per citare in giudizio Alitalia CAI S.p.A. Il servizio di assistenza minori non accompagnati non è ovviamente gratuito, ma è costato 250,00 euro.

Il seguito alla prossima puntata.

Chi è avvocatoviaggiatore.it?

Avvocatoviaggiatore.it è un team di avvocati specializzati in diritto dei consumatori e della navigazione. Per ogni caso, viene offerta consulenza legale personalizzata e gratuita. Se ci sono gli estremi per un risarcimento o rimborso, ci si può rivolgere al team di avvocatoviaggiatore.it (che tratterrà circa il 15-20% del rimborso effettivamente ottenuto) oppure scegliere liberamente un altro professionista.

E voi avete avuto altre esperienze del servizio Minori non accompagnati? Soddisfatti? Con quale compagnia?

Commenta il post