Bangkok: cinque attrazioni assolutamente da non perdere

Pubblicato il da Emmegì

Bangkok: cinque attrazioni assolutamente da non perdere

Spirito orientale e scenari avveniristici: Bangkok è una metropoli proiettata nel futuro, dove antico e moderno danno origine a un mix altamente affascinante. Se state programmando un viaggio nella capitale thailandese, ecco un elenco basic delle principali attrazioni assolutamente da non perdere.

Nell’itinerario di ogni turista la prima tappa non può che essere il Grand Palace, un tempo residenza ufficiale dei Re di Thailandia, ancora oggi utilizzato dal Re in occasione di rituali, funerali, matrimoni e banchetti reali. Qui si possono osservare grandi monumenti interamente d’oro (Phra Si Rattana Chedi), variopinti tetti a pagoda (Grand Palace Chakri Mahaprasad Hall), statue colorate, portoni a mosaico e pareti di marmo bianco. In questa zona si trova anche il Tempio del Buddha di Smeraldo, un complesso di magnifici templi collegati con le residenze dei Reali.

La Golden Mountain, situata all’interno dell’area del Tempio Wat Saket, regala una splendida visuale sull’intera città: le zone più antiche e autentiche, i nuovi grattacieli, il fiume Chao Phraya e i tetti colorati dei templi.

La meta prediletta da giovani e turisti è certamente Siam Square, un complesso commerciale a cielo aperto, l’epicentro della creatività di Bangkok che unisce elementi della vecchia e nuova Thailandia. Lo shopping è il fulcro di questa via, dove le grandi catene di abbigliamento sono affiancate da piccole boutique di moda, design, gioielli, musica e souvenir, ma anche da cinema, locali notturni e bowling.

La storica Chinatown di Bangkok, con le sue bancarelle, i ristoranti sulla strada, i templi cinesi, i negozi di medicine cinesi e la maggior parte dei commercianti di oro della città, rappresenta una delle maggiori attrazioni turistiche, così come i floating markets, imbarcazioni colme di frutta tropicale e verdure fresche, succo di cocco ready-to-drink e cibo locale cucinato direttamente a bordo.

Davvero irrinunciabile è infine una tappa in Khao San Road, il quartiere prediletto dai backpacker che pullula di ostelli, agenzie di viaggio, autobus, pub e ristoranti economici, negozietti di oggettistica fatta a mano, vestiti, libri usati, oracoli e massaggiatori da strada.

Commenta il post