Le Isole Bahamas sempre più verdi

Pubblicato il da Saretta

Le Isole Bahamas sempre più verdi

Se pensavate che la cifra cromatica dominante alle Bahamas fosse l’azzurro, in tutte le sue sfumature, ebbene dovete ricredervi, perché l’arcipelago caraibico, in realtà, è sempre più verde. Si moltiplicano infatti su tutte le isole i complessi ricettivi eco-compatibili, che adottano misure e soluzioni strutturali in assoluto rispetto dell’ambiente e propongono ai propri ospiti attività a contatto con la natura.

"The world's coolest green address” sull’isola di Eleuthera è un gioiello delle Isole Bahamas che propone eleganti strutture di lusso, assolutamente ecocompatibili, affacciate al mare: appartamenti, bungalows con spiaggia privata, ville ma anche una nuova marina ed un nuovo delizioso boutique hotel. Questa privata Isola Verde, conosciuta come S.T.A.R. (Sustainable Terrain and Resources) Island (www.starislandbahamas.com) è il primo Island Resort esotico sostenibile, privo di carbonio al mondo. Design innovativo, un mix di tecniche e accorgimenti che sfruttano tutte le risorse naturali – sole, acque, venti – e biocarburanti saranno in grado di offrire un nuovo livello di lusso “guiltyfree” a residenti e visitatori: turbine a vento, sistemi di raccolta dell’acqua piovana, riscaldamento solare, lucernai in bamboo, pannelli fotovoltaici, pompe di riscaldamento geotermico, La Club House propone cene di prima classe nel magnifico ristorante sul mare, momenti di svago nel Market Place, dove sono presenti prodotti locali e organici, e momenti di grande benessere e relax a bordo piscina, nel moderno Fitness Center o nella superba Spa.

Sempre più numerosi anche gli hotels e i resorts eco-friendly. Primo fra tutti il piccolo ma speciale Higgings Landing (www.higgingslanding.com) sulla meravigliosa Stocking Island dell’arcipelago delle Exuma: niente autoveicoli in circolazione né strade, solo miglia di spiagge e natura incontaminata a fare da cornice a questo singolare resort di 4 cottage che ha proposto il primo sistema elettrico solare fotovoltaico, il recupero dell’acqua piovana e un innovativo sistema di scarico biologico. Si possono praticare snorkeling e bonefishing, solcare l’oceano in vela o kayak, esplorare le piccole isole e lagune circostanti e il fantastico Exuma Cays Land and Sea Park, una delle 25 aree protette dell’arcipelago (www.bnt.bs) o semplicemente assaporare romantiche cene a due passi dall’oceano.

Nella stessa direzione si propongono anche: il raffinato Peace & Plenty (www.peaceandplenty.com) su Great Exuma che organizza persino ‘eco training programs’ per i propri dipendenti e cocktail parties durante i quali gli ospiti possono scoprire l’isola attraverso i racconti dei residenti; il rilassante e informale all-inclusive Small Hope Bay Lodge sull’Isola di Andros (www.smallhope.com), senza telefono né TV in camera; il rustico Fernandez Bay Villane su Cat Island (www.fernandezbayvillage.com) con le sue 12 fantastiche ville in pietre e mattoni. Tutti propongono eco tour ed attività acquatiche o terrestri semplicemente superlative.

Commenta il post