Mercatini di Natale

Pubblicato il da Emmegì

Mercatini di Natale

A Trento, nella centrale Piazza Fiera sono una settantina le caratteristiche casette che per il 17º anno consecutivo resteranno aperte fino al 24 dicembre. Sulle bancarelle si può trovare davvero di tutto, dall'artigianato alla gastronomia, dai prodotti tipici ai più classici simboli del Natale. Da quest'anno la grande novità riguarda l'ideale asse natalizio che collegherà la città del Concilio con Rovereto. Dal 28 novembre fino alla Vigilia, infatti, l'atmosfera festiva contagerà anche Corso Rosmini, via principale della città.

Una prima edizione per il “Natale roveretano” che presenterà un mercatino originale ed unico nel suo genere, che unisce idealmente il nord e il sud con la presenza di espositori provenienti dall'Austria e artisti napoletani specializzati nella creazione di presepi. Una ideale staffetta unirà i due centri storici di Trento e Rovereto ambedue adornati a festa per il Natale, che riempirà tante altre piazze, vie e strade del Trentino.

A Levico Terme le bancarelle sono al solito allestite nel secolare parco degli Asburgo fino al 6 gennaio, un appuntamento impreziosito da tante manifestazioni, come la Festa della Polenta e quella dei sapori di malga, senza scordare la Festa della Befana ed il Grappa Festival. Nella zona del Lago di Garda, ad Arco, fino al 23 dicembre trova spazio anche il “Giardino incantato”, un mini-mercatino pensato e realizzato su misura per i bambini dove, oltre ai giochi, si potranno trovare anche libri e tanti dolci. A Rango, nelle Giudicarie, protagonisti saranno invece i “volti”, le tradizionali cantine dal soffitto a botte, che diventeranno il suggestivo scenario per i venditori di decorazioni e prodotti tipici. Nelle giornate del 6, 7, 8, 13 e 20 dicembre i piatti locali e i dolci fatti in casa renderanno più gustoso passeggiare alla scoperta dell'artigianato tradizionale proposto per l'occasione. Offerte e proposte su: www.visittrentino.it

Apriranno invece il 27 novembre i cinque Mercatini Originali dell’Alto Adige/Südtirol, che propongono altrettanti modi unici di vivere e gustare le suggestioni dell’Avvento. Tanto vale, quindi, visitarli tutti. Magari approfittando della Mobilcard, il biglietto valido 3 giorni e del costo di 13 euro che consente di spostarsi liberamente con i mezzi pubblici da una località all’altra.

Si può partire dal "Christkindlmarkt" di Bolzano, ospitato in piazza Walther fino al 23 dicembre, lasciandosi tentare dalla miriade di idee regalo proposte dai circa 80 espositori, che spaziano dai tipici addobbi in vetro, legno e ceramica agli oggetti di artigianato locale, ai tradizionali dolci natalizi come il famoso "Zelten" di Bolzano.

A Bressanone, oltre alle bancarelle di Piazza Duomo merita una visita anche il Museo dei Presepi, al Palazzo Vescovile, che vanta una tradizione di otto secoli. A Merano il mercatino di Natale veste a festa il centro storico; a Brunico, le case e i palazzi medievali della Via Centrale fanno da cornice al meglio dell’artigianato della Val Pusteria, mentre a Vipiteno è l'imponente Torre delle Dodici, che sovrasta la piazza principale, fa da sfondo all’affollato Mercatino che offre di tutto e di più, dagli oggetti in ceramica e in vetro ai tessuti tradizionali, dalle statue in legno ai giocattoli, alla pasticceria tipica. Info, pacchetti e offerte su: www.suedtirol.info