Repubblica Ceca, in viaggio tra castelli e fortezze sulla Via delle Rocche

Pubblicato il da Emmegì

Repubblica Ceca, in viaggio tra castelli e fortezze sulla Via delle Rocche

C’era una volta un regno dove re e regine, principi e principesse vivevano dentro fortezze inespugnabili, al sicuro da attacchi e invasioni. Oggi quel regno si chiama Repubblica Ceca e degli sfarzi e splendori nonché della solennità d’un tempo conserva ancora tracce indelebili. Tutta la magia di un aristocratico passato, ma anche il ricordo di una storia burrascosa e a tratti cruenta rivivono ai giorni nostri grazie ai castelli, le residenze nobiliari e le fortezze che affollano l’intero Paese. Se ne contano quasi duemila, di proprietà dello Stato ma soprattutto di privati spesso discendenti di nobili casate, e ben 200 sono visitabili tutto l’anno o almeno nella stagione estiva. Alcuni solenni, altri fastosi, inespugnabili o leggiadri, hanno tutti storie, segreti e qualche curiosità da raccontare…

Da Nord a Sud, dal cuore della capitale a speroni di roccia sperduti, dalle aspre fortezze inespugnabili alle eleganti dimore nobiliari sarebbe impossibile racchiudere qui tutto il denso passato e lo straordinario patrimonio architettonico –non di rado sotto effige Unesco- della Repubblica Ceca, ma esiste un itinerario ad hoc che fornisce una bella panoramica. E’ la Via delle Rocche, tratto ceco della celebre Burgenstrasse che da Mannheim, in Germania, conduce a Praga tra torrioni, mura merlate e fossati. Ma anche fuori da questo itinerario, non si contano i siti nobiliari che impreziosiscono il Paese.

Tra i gioielli più preziosi di Cechia spicca certamente il castello gotico di Karlstejn. Voluta dall’imperatore Carlo IV nel 1348 per custodire i gioielli della corona e le sacre reliquie, la maestosa fortezza presenta un’alta torre centrale che ospita la cappella di Santa Croce, dalle pareti e il soffitto tempestati di oro e pietre dure. Quest’anno si svela al pubblico anche il ballatoio di San Nicola e si celebrano i 40 anni da quando il castello fu set del film “Una notte a Karlstejn” con una mostra che raccoglie gli attrezzi e costumi di scena e offre l’opportunità di seguire una visita guidata del maniero sulle orme dei ciak o di assistere a concerti con le canzoni che furono colonna sonora della pellicola.

La Villa di Horovice, quest’estate diventa il regno dei bambini, con una serie di divertenti e istruttive attività su misura: la lettura di fiabe nella caffetteria della dimora, la mostra di giocattoli appartenuti a piccoli aristocratici, il teatro per bambini, le visite animate e incontri insoliti, per esempio con le streghe che popolano il parco della residenza.

Appena inaugurato dopo un lungo e accurato restauro, il castello di Svojanov è un capolavoro in stile gotico-imperiale che offre uno spaccato fedelissimo della vita a metà ‘800. Tra le curiosità da non perdere, la vecchia lavatrice meccanica nelle cucine, il carillon nel salotto delle signore o la toilette d’epoca nella Sala delle Colonne. Per un tocco noir, visitate anche i sotterranei del castello, con la sala torture e l’armeria gotico-rinascimentale.

Gli appassionati di storia e di guerre napoleoniche in particolare, non possono negarsi una puntatina al castello di Slavkov, meglio noto al mondo con il suo nome tedesco: Austerlitz. Non lontano da Brno, è teatro ogni anno di una rievocazione della storica battaglia del 1805, durante la quale Napoleone sconfisse le forze armate alleate dell’imperatore austriaco e dello zar russo. Ora le sue mura ospitano una nuova esposizione dedicata a Napoleone e sono finalmente visitabili anche la scuderia e il deposito carrozze.

Da italiani, poi, non si può non visitare il castello boemo di Konopiste, che fu nido d’amore di Francesco Ferdinando d’Este e della consorte Sofia di Hohenberg, nata Chotkova. L’aspetto odierno della fortezza è ancora quello dei tempi dell’arciduca, cui a dicembre verranno tra l’altro dedicate una serata commemorativa e una mostra. Fittissimo il calendario estivo di eventi cui il maniero offre la propria cornice. Il 1° giugno i bambini non perdano l’appuntamento con il “Cuore fiabesco di Konopiste”, con doverosa partecipazione di… fantasmi.

Castelli e ville della Repubblica Ceca si fanno comunque tutti palcoscenico per iniziative di ogni genere: feste, rievocazioni, spettacoli, concerti e approfondimenti su vari temi, dall’architettura d’epoca ai crimini a palazzo, fino alla pratica dello sport tra i nobili.

Commenta il post