Una giornata a Harlem, tra Jazz, Soul Food e Arte

Pubblicato il da Emmegì

Metti una giornata a Harlem: un tempo area off-limits per i turisti, oggi il quartiere più a nord di Manhattan è una meta cool, con una vivace scena culturale, ricca di storia e fascino, che ha assistito a una vera e propria rinascita negli ultimi anni con l’apertura di nuovi hotel, locali e di numerosi ristoranti che propongono "soul food".

Un tour del quartiere non può che cominciare dal leggendario Apollo Theater, famoso per la Amateur Night, durante la quale sono state lanciate le carriere di artisti come Ella Fitzgerald e Billie Holiday. Il teatro ospita concerti, spettacoli teatrali e eventi culturali tutto l’anno.

Aperta nel 1964, Harlem School of the Arts propone classi di danza, musica, teatro e arti visive e conta oltre 3.000 studenti che si esibiscono in spettacoli aperti al pubblico durante l’anno.

Gli amanti della musica non possono perdere The National Jazz Museum in Harlem che celebra la comunità jazz del quartiere e propone programmi e spettacoli aperti al pubblico tra cui Jazz in the Parks, Harlem Swings e Jazz for Curious Listeners.

Interamente dedicato all’arte afroamericana, The Studio Museum in Harlem ospita le opera di artisti del quartiere con origini africane.

Billie’s Black, il ristorante aperto da Adriane Ferguson nel 2006, è conosciuto per le sue specialità di soul food, la cucina tipica della comunità afroamericana, tra cui pescegatto, coda di bue e mac and cheese da gustare assistendo ad esibizioni dal vivo di musicisti locali.

Dinosaur Bar-B-Que è considerato dei migliori locali della città dove gustare carne e specialità vegetariane alla griglia. Il locale è tra i preferiti dai residenti nel quartiere anche per la musica blues dal vivo proposta tutte le sere.

L’hotel Aloft Harlem è la soluzione perfetta per chi desidera soggiornare ad Harlem a poca distanza dalle principali attrazioni culturali e artistiche del quartiere. Le 120 camere sono dotate di TV e WiFi gratuito. Presso lo W XYZ Bar, aperto anche a chi non soggiorna all’hotel, è possibile assistere a spettacoli di musica dal vivo, giocare a biliardo o sorseggiare un drink.

Commenta il post