New York in bicicletta

Pubblicato il da Emmegì

Con l’inizio della bella stagione, New York riscopre il piacere della bicicletta, che diventa il mezzo di trasporto preferito da newyorkesi e visitatori per spostarsi da un quartiere all’altro approfittando degli oltre 1.100 km di piste ciclabili della città. Se l’idea vi piace, ma non possedete una dueruote, nessun problema, potete comunque approfittare del Bike Share Program, che mette a disposizione 7.000 biciclette nelle 600 stazioni alimentate ad energia solare in giro per NYC, 24 ore su 24, con la possibilità di riconsegnarla nella stazione più vicina alla propria meta di arrivo. C’è anche una comoda app per smartphone per localizzare le stazioni e conoscere la disponibilità di biciclette in tempo reale.

Oltre al servizio di bike sharing, ci sono anche numerosi hotel che offrono un servizio di noleggio gratuito di biciclette per i propri ospiti.

E’ il caso di Element New York Times Square (http://www.elementtimessquare.com/), aperto nel 2011 e certificato LEED che si trova a poca distanza da Central Park e dall’Hudson River con il suo percorso ciclabile che corre lungo il fiume. Anche Ink48 (http://www.ink48.com/), a un isolato dal fiume, offre questo servizio ai suoi ospiti, che possono utilizzare gratuitamente le biciclette parcheggiate proprio di fronte all’hotel.

A SoHo, invece, gli ospiti dell’elegante The James (http://www.jameshotels.com/) possono noleggiare gratuitamente biciclette Public, progettate dal designer Rob Forbes: eleganti e di stile, proprio come l’hotel!

E una volta inforcata la vostra bici, via alla scoperta degli itinerari bike friendly della Grande Mela. Se preferite pedalare in compagnia, una buona idea può essere aggregarvi ai numerosi tour in bicicletta organizzati in giro per la città.

Bike and Roll (http://bikeandroll.com/newyork/) propone un Day Pass grazie al quale è possibile prelevare e riconsegnare la propria bicicletta in diversi punti sparsi per New York City, e tanti tour guidati, per ogni livello di preparazione.

Il Brooklyn Bridge & Beyond Tour di circa 3 ore, ad esempio, permette di scoprire in un percorso di 19 km Lower Manhattan, DUMBO e Brooklyn Heighs passando per la Promenade di Brooklyn da cui ammirare una delle vedute più spettacolari dell’East River e dello skyline di Manhattan.

In collaborazione con New York Water Taxi è stato inaugurato lo scorso anno il Bike the Brooklyn Bridge, Return by Water Taxi: si attraversa il Ponte di Brooklyn in bicicletta, per poi tornare a Manhattan in battello.
Bike the Big Apple (http://bikethebigapple.com/) offre insoliti tour in bicicletta tra i quartieri della Grande Mela come il Back to the Old Country - The Ethnic Apple Tour che tutti i venerdì dalle 10 alle 17 offre un assaggio del melting pot culturale della città. Con Manhattan alle spalle, si parte alla volta del Queens, il distretto più multietnico di New York City, attraversando il Queensboro Bridge, lo storico ponte inaugurato nel 1909 che attraversa l’East River passando per Roosevelt Island. Dopo la visita al Gentry State Park, ci si dirige verso Williamsburg, con la sua comunità ebraica, e Greenpoint, il quartiere polacco di Brooklyn. Attraverso il Williamsburg Bridge si raggiunge il Lower East Side di Manhattan, dove convivono newyorkesi da generazioni insieme a recenti immigrati dall’Europa, Puerto Rico, Repubblica Dominicana e Cina.

Per tutti gli amanti delle dueruote, l’appuntamento più atteso è il Five Boro Bike Tour, organizzato ogni anno la prima domenica di maggio, una grande pedalata per le strade di tutti i cinque distretti di New York City lungo un percorso ciclabile di 64 chilometri, alla quale partecipano migliaia di ciclisti.
La partenza è a Battery Park da dove si risale verso nord fino ad attraversare Central Park. Dopo un giro nel Bronx, si rientra a Manhattan, questa volta direzione sud fino al Queensboro Bridge dal quale accedere a Long Island City nel Queens. Attraverso il Pulaski Bridge si pedala verso Brooklyn, per attraversare i suoi quartieri più belli, Williamsburg, Fort Greene, Park Slope, Bay Ridge, e giungere al Verrazzano Bridge, il grande ponte sospeso che porta a Staten Island. Qui attende gli atleti un festival outdoor dove potranno rilassarsi tra massaggi, dimostrazioni di bicicletta e bancarelle con cibo, bevande e gadget, prima di imbarcarsi sullo scenico Staten Island Ferry in direzione Manhattan.

Commenta il post