Franciacorta, Al Rocol agriturismo tra le vigne

Pubblicato il da Martapix

Franciacorta, Al Rocol agriturismo tra le vigne

Metti un week-end da enoturista in Franciacorta, fra passeggiate nei vigneti, visite alle cantine, degustazioni di vino e buon cibo. E' la proposta dell'agriturismo Al Rocol di Ome (alrocol.com), in provincia di Brescia, una tenuta di 34 ettari in cui le vigne coltivate su terrazzamenti ben esposti al sole si alternano all’uliveto e al bosco di querce, castagni, robinie secolari, dove sono tracciati itinerari per passeggiate a piedi e in sella alla mountain- bike, che conducono fino all’antico roccolo di caccia che le dà il nome.

A condurre la tenuta è Gianluigi Vimercati Castellini (presidente dell’Agriturist Lombardia) con la sorella Francesca, il padre Giovanni che si occupa della cantina e la mamma Daniela, straordinaria cuoca a cui è affidata la cucina. E sono proprio loro ad accogliere gli ospiti e a condurli, passo dopo passo (letteralmente, dalla vigna alla cantina) alla scoperta di come si produce il pregiato vino italiano fermentato in bottiglia, il noto Franciacorta che porta il nome del territorio da cui nasce. La produzione di vini di alta qualità rappresenta infatti l’attività principale de Al Rocol, che utilizza uve proprie, nobili e tradizionali, coltivate su spettacolari terrazzamenti in collina e produce pregiati Franciacorta, a cui si affiancano corposi Curtefranca Rosso e profumati Curtefanca Bianco. Li si può degustare e acquistare solo in azienda perché “per scelta – racconta Gianluigi Vimercati Castellini - abbiamo deciso di non vendere nella rete commerciale ma solo direttamente al cliente finale. Riteniamo infatti importante il contatto diretto fra noi che produciamo e chi sceglie di gustare i nostri vini. E, altrettanto importante, il fatto di dare ai nostri consumatori la possibilità di vedere come nascono i vini che acquistano e di conoscerne di persona l’intera filiera.”

Le visite guidate in cantina si concludono nella Sala degustazioni, dove si assaggiano le varie tipologie di vini, accompagnati da sfiziosità e prodotti tipici del territorio franciacortino. Per chi vuole saperne di più, corsi di degustazione e di cucina, in cui viene anche insegnato come abbinare al meglio cibi e vini.

Nell’Enoteca annessa alla cantina (aperta tutti i giorni della settimana) si possono acquistare anche gli altri prodotti dell’agriturismo, fra cui la Grappa di Chardonnay distillata dalle vinacce del Franciacorta Brut Ca del Luf.

“Vogliamo far riscoprire a chi arriva fin da noi la genuinità e l’autenticità di un mondo rurale ormai dimenticato” dice Gianluigi Vimercati. Una riscoperta che conduce dalla vigna alla cantina, dall’orto alla tavola. Seguendo le antiche ricette di famiglia, sua madre Daniela affiancata dallo chef Fabio Orizio, cucina piatti stagionali della tradizione bresciana e franciacortina, valorizzando i prodotti dell’orto e della fattoria: casonsèi (ravioli) ripieni di carne o insaporiti con il Bagòss, pregiato formaggio proveniente delle vicine montagne, tagliatelle tirate a mano con funghi nostrani, gnocchi di patate o zucca, zuppe di verdure dell’orto, manzo all’olio con le verdure, brasato al vino rosso, fragranti crostate con marmellate fatta in casa o frutta fresca.

E per chi ha un po’ di tempo da regalarsi, niente di meglio che fermarsi a pernottare in agriturismo, che mette a disposizione degli ospiti anche delle mountain bike. Nel corpo centrale della tenuta e in un vecchio rustico ristrutturato in mezzo ai vigneti sono state ricavate 15 camere e vari appartamenti, arredati in stile country, mixando armoniosamente mobili antichi con pezzi moderni e lineari. Fra vigne e bosco, è stata realizzata una piscina, nel verde del prato e, poco lontano, piazzole di sosta attrezzate di tutto punto accolgono i camper.

Per far riscoprire anche ai più piccoli l’autenticità della vita in campagna e i valori della tradizione contadina millenaria, è stata infine creata una fattoria didattica: possono così accarezzare gli asinelli e le caprette, raccogliere le uova nel pollaio, raccogliere le verdure nell’orto, esplorare il frutteto e il vigneto.

Commenta il post