Come diventare travel blogger: ve lo svela Tbnetalks

Pubblicato il da Emmegì

Come diventare travel blogger e vivere (felici e contenti) girando il mondo? Me lo chiedete sempre più spesso, soprattutto voi, lettori di Compagnia dei Viaggiatori. Tanto che ho pensato di dedicare un post speciale all'argomento.

Dunque, vi piace scrivere, amate viaggiare e vorreste raccontare al mondo le vostre esperienze con un blog amatoriale. Perfetto, niente di più facile: scegliete una delle tante piattaforme di blog publishing, ce ne sono anche free come per esempio overblog.com (quella su cui è ospitato questo blog), blogger.com o wordpress.com, e in pochi click sarete online con i vostri racconti di viaggio. Potrete poi aggiornare il blog, se e quando vorrete, con nuovi post sulle vostre vacanze e avventure, il tutto senza spendere un solo euro.

Se invece avete l'ambizione di fare del travel blogging un vero e proprio lavoro, magari part-time tanto per cominciare e vedere se la cosa funziona, allora la faccenda si complica. Già, perché in questo caso saper scrivere e avere una passione per i viaggi è un buon punto di partenza, ma di certo non basta.

Oltre a una mentalità da neterpreneur ci vogliono poi costanza, determinazione e ovviamente una discreta padronanza delle dinamiche del web e degli strumenti che Internet mette a nostra disposizione. Cioè utilizzo dei canali social, Seo, web marketing e tutte le cosiddette technicalities che fanno la differenza tra un blogger amatoriale e un comunicatore del web professionale. Ma se siete a digiuno di tutto ciò, non preoccupatevi, perché in giro è pieno corsi e workshop di ogni livello, on e off-line.

Uno dei più quotati è Tbnetalks Travel Media Forum, evento di formazione ideato da Tbnet Srl, che parte tra pochi giorni a Milano e che vi consiglio spassionatamente (ci vado anch'io!). Tre giorni, dal 22 al 24 maggio, di full-immersion con incontri e seminari pratici tenuti dai maggiori professionisti del settore su argomenti concreti come la scrittura per il web o l'uso più efficace dei social. Il workshop non è solo per blogger (o aspiranti tali), ma si rivolge anche a giornalisti e comunicatori, infatti il programma prevede pure speech su temi “caldi” come:

Big Data Journalism: come funziona la nuova analisi dei dati, strumenti, fonti e uso dei big data” con Prof. Alessandro Chessa

“Tools per i giornalisti: fare mobile journalism” con Rosa Maria di Natale

“Live twitting tra cronaca e reportage. Come lavora una redazione Twitter” con Marco Castelnuovo

E non mancheranno momenti di networking e divertimento, come la serata del 22 maggio a suon di birra al BeNordic, la manifestazione di promozione della cultura nordeuropea organizzata dagli enti del turismo VisitDenmark, Visit Finland, Innovation Norway e Visit Sweden allo spazio Bou-Tek.

Insomma, tanta roba! Ma conviene iscriversi al più presto qui, prima che i posti si esauriscano. E se non potete essere presenti per motivi logistici, c'è anche la possibilità di seguire i panel più importanti comodamente da casa in live streaming.

Commenta il post