travel

Francia, un’estate di grandi eventi nella Valle della Loira

journee-tellement-royale-chateau

Il 2015 è un anno speciale nella Valle della Loira, che per tutta l’estate sarà al centro di un’eccezionale stagione culturale che celebra l’Anno di Francesco I a cinque secoli esatti dall’incoronazione a re di Francia. Se amate rievocazioni storiche e manifestazioni in costume, questa è l’occasione giusta per fare un viaggio nella Valle della Loira, dove vi sembrerà di essere capitati per magia in pieno Rinascimento.

Fulcro degli eventi sono ovviamente i famosi castelli della Loira che furono dimora del sovrano amante delle arti e del bien vivre e della sua splendida corte.

Centro del potere durante il Rinascimento, il Castello di Amboise è uno dei manieri emblematici della Valle della Loira, fiume iscritto al patrimonio mondiale dell’Unesco. Situata ad un’ora di Parigi, nel cuore della Valle di Amboise, questa residenza e i suoi giardini offrono un panorama eccezionale sulla vallata. Numerosi artisti europei, invitati dai sovrani, hanno trasformato questa fortezza medievale in un palazzo Rinascimentale dalle linee slanciate, anche se il castello è legato soprattutto al ricordo di Leonardo da Vinci, sepolto nella piccola cappella del castello. Ricchissima la collezione di mobili gotici e rinascimentali degli appartamenti reali e le imponenti torri, i bei giardini panoramici che dominano la Loira.

Domenica 26 e lunedì 27 luglio, Amboise diventa lo scenario delle Giornate Reali che rievocano la vita alla Corte di Francia nel ‘500, tra duelli di cappa e spada, danze in costume, giochi e spettacoli di falconeria, ma anche feste e spettacoli che fanno da cornice al battesimo del Delfino e a un matrimonio reale.

Clos-Luce

Negli stessi giorni (26 e 27 luglio), al Castello del Clos Lucé, a 300 metri dal Castello Reale di Amboise, si svolge la spettacolare ricostruzione della festa organizzata da Leonardo da Vinci nel 1518 per celebrare il 500° anniversario della vittoria francese di Marignan. Un grandioso spettacolo storico, tra tornei e cortei principeschi, al quale partecipano oltre 300 figuranti in costumi e armi d’epoca. Immaginato dal Maestro italiano, questa rievocazione inedita è un vero e proprio inno alla gloria di Francesco I, allora re ventunenne incoronato a Reims da appena un anno.

La scelta della location non è casuale: al Castello del Clos Lucé, Leonardo vive gli ultimi tre anni di vita, dedicandosi a completare le sue invenzioni. La residenza è oggi dedicata alla scoperta e alla comprensione dell’opera del genio toscano con la grande mostra Leonardo da Vinci e la Francia.

nocturnes-images-de-marc

Chenonceau, il castello privato più visitato di Francia, secondo solo a Versailles, è invece un castello «al femminile»: fatto costruire nel 1513 da Katherine Briçonnet secondo il modello di un Palazzo Veneziano, viene arricchito da Diana di Poitiers e dalla regina Caterina de’ Medici, che si ispira al Ponte Vecchio di Firenze per creare la doppia galleria sul fiume Cher. Qui la grazia femminile è visibile ovunque, nell’armonia perfetta tra la natura e un’architettura unica e riconosciuta nel mondo intero. Vanto del castello sono i giardini di Caterina de’ Medici e di Diane de Poitiers, esempi dell’arte rinascimentale dei giardini, sottolineano l’eleganza del paesaggio: dal “Jardin Vert” disegnato da Bernard Palissy fino al labirinto italiano. Proprio nei giardini storici illuminati, il 18 luglio va in scena Degustazione sotto le stelle, l’evento dell’estate: una passeggiata accompagnata dalla musica di Arcangelo Corelli, con apertura eccezionale della grande Galleria e degustazione con i viticoltori del nuovo vino doc Touraine Chenonceaux.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!