travel

Lloret de Mar economica e divertente

Lloret de Mar

Lloret de Mar cosa vedere e fare durante una vacanza nella capitale del divertimento della Costa Brava.

Situata sulla costa nord-orientale della Spagna e facilmente accessibile dagli aeroporti di Girona e di Barcellona, Lloret de Mar è una delle località turistiche più rinomate della Spagna. La splendida spiaggia sabbiosa e la vivace movida di locali, bar, casinò e discoteche, la rendono una delle mete estive più agognate dai giovani di tutta Europa ed è sicuramente il luogo ideale dove trascorrere spensierate vacanze di mare e divertimento.

Se poi tra un tuffo e l’altro volete aggiungere anche qualche visita interessante, non resterete certo delusi. In questa cittadina di origini romane, ricca di storia, non mancano certo le attrazioni artistiche e culturali. Ecco i luoghi da non perdere nella vivace Lloret de Mar.

Il Museo all’aperto di Lloret

Tutto il centro storico è praticamente un museo diffuso: il Lloret Open Museum, per l’appunto, che comprende una serie di siti diversi dentro e intorno alla città, con pannelli informativi in ciascuno di essi. La sua natura unica lo rende anche un punto di partenza ideale per iniziare a orientarsi e cominciare a conoscere la città. Alcuni dei punti salienti includono le antiche fondamenta iberiche dell’insediamento originale, il castello medievale di Sant Joan, che offre una vista suggestiva in cima alle spettacolari scogliere costiere e il bellissimo cimitero modernista.

Municipio

Progettato dagli architetti Marí Sureda e Félix de Azúa e completato nel 1872, il palazzo del Municipio è in stile neoclassico, con la facciata arricchita da decorazioni in terracotta del vasaio di Lloret, Pau Arpi Gali, tra cui spicca lo stemma della Spagna. Anche il campanile è una caratteristica notevole dell’edificio. Creato da Tarrats e progettato da Agusti Font Vilarrubi, sorregge un orologio proveniente dalla vicina Barcellona.

Can Comadran

Conosciuto anche come Casa Font, il Can Comadran è una casa nobiliare del XIX secolo con alcuni elementi modernisti. Commissionato da Nicolau Font i Maig, dopo aver fatto fortuna nelle Americhe, fu completato nel 1877. Autentico gioiello architettonico modernista, è caratterizzato da massicce porte in legno, grandi scalinate, alti soffitti e gli elementi modernisti tipici della casa signorile. La pavimentazione a mosaico aggiunge un ulteriore elemento di opulenza all’edificio.

Cappella di Sant Pere del Bosc

Uno degli aspetti architettonici più interessanti sono le chiese, le cappelle e gli eremi di Lloret de Mar tra cui sicuramente la Cappella Sant Pere del Bosc. Situata a soli cinque chilometri dal centro della città, la cappella di Sant Pere del Bosc risale originariamente al X secolo ed è stata utilizzata dai benedettini fino al 1694, quando fu data alle fiamme dai francesi. Nel secolo successivo la chiesa fu ricostruita in stile barocco, ma nel 1860 il terreno e la cappella furono acquistati dal conte di Jaruco, che li trasformò in quella che è tuttora una delle tenute più suggestive della zona.

Eremo di Nostra Senyora de Les Alegries

Costruito nel 1079, l’eremo di Nostra Senyora de Les Alegries è stata la prima chiesa parrocchiale della città di Lloret de Mar. Situata a circa due chilometri e mezzo dal centro della città e raggiungibile con una breve passeggiata, fino al 1522 era la chiesa principale della città. Costruito in uno stile romanico, è stato leggermente modificato durante i lavori di ristrutturazione dopo la guerra civile. All’interno si possono ammirare affreschi del Calandria.

Chiesa Parrocchiale di Sant Roma

Per gli amanti dell’arte la regione catalana ha un fascino speciale, dovuto alle numerose opere d’arte e architettura moderniste sparse in città grandi e piccole. E Lloret de Mar non fa differenza con la splendida chiesa di Sant Roma. Originariamente fu costruita in stile gotico catalano, mentre le due cappelle, con le loro cupole e torrette dalle tegole colorate, progettate dall’architetto modernista Montobbio, furono aggiunte in seguito. All’interno della chiesa, i visitatori troverete altre meravigliose opere d’arte di stili ed epoche diverse.

Museo Marittimo

Oltre a raccogliere un gran numero di oggetti e reperti affascinanti, il Museo Marittimo è ambientato in uno degli edifici storici più significativi della città: la Casa Garriga, che nel XIX secolo era di proprietà di una prospera famiglia di commercianti. Le splendide esposizioni all’interno forniscono informazioni e oggetti che illustrano il ruolo che questa pittoresca città ha svolto nell’ambito dei viaggi marittimi internazionali e nel commercio attraverso i secoli.

Giardini di Santa Clotilde

Considerati un sito di interesse culturale naturale, i giardini di Santa Clotilde furono progettati dal giovane Nicolau Rubio i Tuduri, nello stile dei giardini rinascimentali italiani. Situati in cima a una scogliera con vista mozzafiato sul mare, i giardini sono un emblema del design noucentista, che è stato un movimento di rinnovamento estetico e intellettuale dell’inizio del XX secolo.

I giardini più belli di Lloret de Mar sono il luogo ideale per una tranquilla passeggiata nella natura all’ombra degli alberi che formano un meraviglioso contrasto con le aiuole fiorite, tipiche dei giardini all’italiana.

Le spiagge di Lloret de Mar

Le spiagge principali sono ampie e curatissime, mentre l’acqua di Lloret de Mar è limpida e cristallina, subito profonda, il litorale si presenta sabbioso in alcuni tratti e in altri roccioso.

La Platja de Lloret

La Platja de Lloret è la spiaggia principale e quindi, in piena stagione, la più affollata. Lungo la sua striscia di sabbia dorata di 1.650 metri trovate infinite opportunità di intrattenimento: oltre a prendere il solo potete fare parasailing, nuotare, fare snorkeling, sci nautico, pedalò, noleggiare una canoa e molto altro ancora. Ci sono sempre bagnini in servizio e molti bar e chioschi nelle vicinanze dove prendere una bevanda rinfrescante.

La Platja de Fenals

Praticamente il proseguimento della spiaggia centrale, ma molto più tranquilla. Ci sono anche qui bagnini in servizio, un’ampia disponibilità di bar e ristoranti e la possibilità di praticare molti degli stessi sport acquatici della spiaggia centrale, mentre le insenature rocciose vicino alle estremità della spiaggia sono particolarmente adatte per lo snorkeling e le immersioni.

Platja de Santa Cristina

Allontanandovi dal centro, trovate la Platja de Santa Cristina, a tre chilometri e mezzo dal cuore della città: un luogo idilliaco con sabbia finissima in una baia riparata dai boschi circostanti. Più defilata, Boadella è invece la spiaggia per nudisti più popolare della zona, anche se negli ultimi anni è sempre più frequentata anche da famiglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.