Lecce: la perla del barocco

Pubblicato il da Andrea di Fiore

Il Salento negli ultimi anni è diventato una meta molto ambita, soprattutto durante le vacanze estive. Tuttavia, oltre alle stupende località marittime che offrono dei paesaggi mozzafiato, chi giunge in questo delizioso angolo d’Italia, non può non visitare Lecce, la capitale del barocco, conosciuta anche come la Firenze del Sud. Perdersi nei vicoletti del centro storico di questa città è un’esperienza stupenda per tutti i sensi perché la vista viene rapita dai colori, dai palazzi, dalle chiese e dai monumenti che lo popolano, mentre l’olfatto viene ammaliato dagli odori della buona cucina tipica.

Lecce, inoltre, è una città a misura d’uomo, per nulla caotica e visitabile a piedi, in tutta comodità. Partendo dal centro storico, consigliamo di vedere la bellissima Piazza Sant’Oronzo nella quale campeggia la statua del santo protettore che sovrasta la piazza e protegge la popolazione. Sul lato destro della piazza sorge un bellissimo palazzo chiamato Sedile, per la sua forma. Recentemente ristrutturato, nei secoli scorsi era una sede del Tribunale. Accanto, si apre maestoso un anfiteatro romano riportato alla luce, seppur solo in parte, nel 1800. Perla tipica del barocco è la basilica di Santa Croce, non lontana dalla piazza: l’esterno della chiesa è uno degli esempi più alti del genere architettonico e anche l’interno merita molta attenzione.

Spostandosi si incontra il Duomo con la sua suggestiva piazza, che ospita l’episcopio, e il campanile recentemente ristrutturato. Nel suo centro storico, Lecce ha molte chiese, quasi tutte in stile barocco, una più bella dell’altra: vale la pena farvi una visita.

Inoltre, il centro storico della città è ancora delimitato dalle antiche porte: Porta Napoli, Porta Rudiae, Porta San Biagio. Ma Lecce non è solo arte: molti sono i ristoranti tipici che offrono dei menu per tutti i gusti e le tasche. Infine, essendo Lecce una città molto ricca dal punto di vista culturale e del divertimento, non sarà difficile lasciarsi sedurre dalla movida notturna.