travel

Fioritura Castelluccio quando andare e come arrivare per ammirare la Fiorita

fioritura castelluccio

Fioritura Castelluccio quando andare per ammirare la straordinaria Fiorita Castelluccio, il calendario completo mese per mese delle fioriture e come raggiungere i Piani di Castelluccio con le navette nell’estate 2022.

Fioritura Castelluccio

Nella zona del Pian Grande, a pochi chilometri dal centro storico di Norcia, tra maggio e luglio si assiste ogni anno a uno spettacolo floreale senza eguali: la fioritura Castelluccio di Norcia delle coltivazioni della lenticchia, che è accompagnata da quelle dei fiori coabitanti, ovvero le “infestanti” che prosperano nei campi coltivati in cui – come in quello della lenticchia di Castelluccio – non vengono utilizzati i pesticidi.

Uno spettacolo naturale tanto “involontario” quanto unico nel suo genere, che dipinge i Monti Sibillini di pennellate multicolori: dal rosso del papavero al blu dei fiordalisi, passando per il giallo della senape. Ma quando andare? Qual è il periodo migliore per ammirare la fioritura Castelluccio in tutto il suo splendore? Ecco il calendario, mese per mese, per non perdere l’appuntamento con la Fiorita, straordinario risveglio della natura.

 Le fioriture multicolori di orchidee nei Prati di Ragnolo – inizio maggio

Le orchidee selvatiche sono i primi fiori a sbocciare ad inizio maggio, sul versante settentrionale del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, sui prati del Ragnolo. I Monti Sibillini vantano 37 tipi diversi di orchidee multicolori, tra cui le particolarissime orchidea scimmia ed ape, che ricordano per forma e colore gli animali da cui traggono il nome.

castelluccio
castelluccio-cc-pixabay

Le fioriture gialle dei tulipani montani – fine maggio

Fioritura Castelluccio più discreta, ma ugualmente affascinante, è quella dei tulipani gialli, sul Pian Grande. Dai petali più aperti e a punta del tulipano comunemente conosciuto, il tulipano giallo è difficile da trovare e fiorisce prevalentemente nei prati e pascoli di montagna. Inserito nella lista di specie a rischio di estinzione dalla regione Umbria e protetto da leggi in molte regioni del nord Italia, questo un fiore raro sboccia proprio nelle radure intorno a Castelluccio di Norcia alla fine di maggio.

Le fioriture gialle e della senape selvatica – metà giugno

Da metà giugno, si aggiunge ancora del giallo nel Pian Grande grazie alle corolle delicate della senape selvatica. I fiori gialli a grappolo presentano quattro petali e sono caratterizzati da un piacevole profumo. A fine estate si trasformeranno in baccelli contenenti i semi.

Le fioriture rosse dei papaveri – fine giugno

Già da metà maggio iniziano a fare capolino, tra le macchie di giallo e di bianco, i primi papaveri rossi, che hanno la loro massima fioritura a fine giugno. Pianta “pioniera”, il papavero è uno dei primi a popolare i terreni incolti e può sfogare nei campi del Pian Grande la sua naturale tendenza ad “invadere” gli spazi, producendo nel corso di una stagione anche più di 400 fiori.

Le fioriture blu dei fiordalisi – inizio luglio

Quando il Pian Grande sembra essere già saturo di colore, ecco che spunta ad inizio luglio la fiorita del fiordaliso, l’ultimo a sbocciare perchè più bisognoso di luce rispetto agli altri fiori. E’ raro poter scorgere questo fiore nel suo habitat naturale, il campo di cereali, poiché è considerato infestante ed è generalmente estirpato dalle coltivazioni. A Castelluccio di Norcia è invece possibile ammirarlo, mischiato alle distese di lenticchie in fiore e partecipe del tripudio di colori che tinge la piana.

La fiorita bianca delle lenticchie – da maggio a luglio

Per tutto il periodo che va da maggio a luglio, in questa esplosione di fioritura Castelluccio non bisogna dimenticarsi delle famose lenticchie! Aguzzando la vista sarà possibile scorgere – tra i petali gialli, rossi e blu – anche i piccoli fiori bianchi dei pregiati legumi di Castelluccio. La lenticchia IGP, coltivata da secoli sui piani carsici dell’Umbria ad un’altezza di circa 1500 metri, è unica nel suo genere per facilità di conservazione e cottura e, nonostante qui se ne producano poche centinaia di quintali all’anno, gode di grande fama in tutto il Paese.

Come arrivare a Castelluccio durante la Fiorita 2022

Per l’anno 2022 viene stabilita la chiusura per i tre fine settimana centrali della fioritura, e precisamente l’ultimo fine settimana di giugno (25-26) e i primi due fine settimana di luglio (2-3 e 9-10); in particolare, durante questi tre fine settimana, sarà interdetto il passaggio di autovetture e camper, mentre sarà consentito libero accesso ai mezzi a due ruote, ai bus turistici e alle autovetture di residenti, dimoranti, esercenti, soggetti non deambulanti o di coloro comunque in possesso di idonea autorizzazione. Pertanto, la chiusura deve intendersi riferita solo ad autovetture non autorizzate e a camper.

Tale chiusura riguarderà segnatamente la porta di ingresso da Norcia.

Per quanto concerne le altre due porte di ingresso ai Piani di Castelluccio (Castelsantangelo sul Nera e Arquata del Tronto), durante i tre fine settimana di chiusura, sarà anche consentito, a coloro che a prescindere dalla fioritura abbiano la necessità di andare da Castelsantangelo sul Nera verso Arquata del Tronto o viceversa, il solo transito con autovetture (no camper) con l’assoluto divieto di sosta e fermata.

In particolare, da Castelsantangelo sul Nera si potrà procedere in direzione Arquata del Tronto attraverso la strada provinciale, mentre da Arquata del Tronto in direzione Castelsantangelo sul Nera il transito verrà deviato dalla provinciale sulla strada “Delle Cavalle” (le deviazioni saranno comunque segnalate sul posto). A questo riguardo occorre tenere nella massima considerazione che tale possibilità è stata prevista solo per un transito di lieve/moderata intensità; qualora, invece, si verificasse un afflusso di autovetture da queste due porte di ingresso tale da generare una congestione della viabilità, ciò potrebbe comportare delle attese, non escludendo di interdire, almeno temporaneamente e all’altezza dei posti di blocco che saranno attivi durante questi fine settimana, il passaggio di ulteriori autovetture.

Pertanto, per coloro che, durante i tre fine settimana di chiusura, vorranno raggiungere Castelluccio con autovetture/camper, per poter godere della fioritura, l’UNICA MODALITÀ, prevista per tutte e tre le porte di ingresso ai Piani di Castelluccio (Norcia, Castelsantangelo sul Nera e Arquata del Tronto), sarà quella di lasciare il proprio mezzo presso uno dei numerosi parcheggi di prossimità (resi disponibili a riguardo), raggiungendo da questi Castelluccio attraverso un servizio di navette (lo stesso servizio navette consentirà di tornare poi a riprendere il proprio automezzo). Chiaramente, una volta lasciato l’autovettura o il camper presso uno dei parcheggi di prossimità, chi volesse potrà raggiungere Castelluccio anche a piedi o in bicicletta, e-bike etc

Per poter usufruire di questo sistema di parcheggi di prossimità e servizio navette è indispensabile prenotare il posto autovettura/camper presso uno di tali parcheggi e, in base alla numerosità dei passeggeri, i relativi posti navetta. La prenotazione dovrà essere effettuata tramite il portale Parchi Aperti (www.parchiaperti.it). Al momento della prenotazione, il servizio di bigliettazione elettronica consentirà di effettuare il pagamento, sia del posto parcheggio che del/i posto/i navetta. Comunque tutte le informazioni di dettaglio relative alle modalità di prenotazione e pagamento sono disponibili sullo stesso portale.

Ovviamente nei giorni diversi dai tre fine settimana di chiusura, sarà consentito il libero accesso a tutti i mezzi e da tutte e tre le porte di ingresso, fermo rimanendo comunque il divieto di sosta sui prati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.