travel

Ibiza cosa fare e vedere

ibiza

Ibiza cosa fare e vedere: non solo vita notturna, ecco 10 luoghi, esperienze ed escursioni da non perdere tra mare, natura e avventura nella più vivace delle Isole Baleari.

Ibiza cosa fare e vedere

1. Dalt Vila

Dalt Vila (letteralmente “città alta”) è la città vecchia di Ibiza che sorge su una collina in posizione dominante sul mare. Patrimonio dell’Umanità Unesco è racchiusa da antiche mura e fortificazioni rinascimentali fatte costruite da re Carlo V nel XVI secolo per respingere la minaccia di attacchi di pirati e invasori.

Tuttora si accede al centro storico tramite una rampa e un vecchio ponte levatoio, un percorso suggestivo che conduce ai bastioni da cui la vista è semplicemente spettacolare.

Sono sette in totale e ognuno ha una storia diversa da raccontare. Per esempio, il Bastione di Santa Lucía ospita polveriera del XVIII secolo e si affaccia sul vecchio quartiere dei pescatori e sul porto. Ma non pensate che Dalt Vila sia soltanto un’attrazione turistica, perché in realtà è tuttora abitata e le sue strade caratteristiche sono piene di piccoli negozi, gallerie, musei e ristoranti.

In cima alla collina di Dalt Vila sorge la cattedrale di Santa Maria, da cui tra l’altro si gode di una vista incredibile sul mare. Si tratta di uno splendido edificio in stile gotico catalano, la cui costruzione risale al XIV secolo.

2. Le Spiagge di Ibiza

L’ “isola bianca” è famosa in tutto il mondo per la sua lunga, bellissima costa e la scelta infinita di spiagge. Se state cercando un luogo vivace dove continuare a far festa o se, invece, quello di cui avete bisogno è rilassarvi in una placida caletta isolata, a Ibiza avete solo l’imbarazzo della scelta tra le splendide spiagge assolate che coronano l’isola.

Basta sapere dove andare. Perché il volto di Ibiza non è solo quello delle spiagge affollate e della movida: ci sono infiniti posti, meno turistici e conosciuti, ideali se siete alla ricerca di un po’ di pace e tranquillità, o di una esperienza più autentica e rilassante.

3. San Antonio

Sulla costa occidentale dell’isola, San Antonio è per importanza la seconda città di Ibiza, ma soprattutto è il centro del divertimento, delle attività acquatiche e della vita notturna.

Diventata famosa a partire dagli anni ’80 per la concentrazione di leggendari superclub come l’Eden e Es Paradis, di giorno la principale attrazione della cittadina è il Sunset Strip, la lunga passeggiata che costeggia le spiagge dorate di S’Arenal, Cala des Moro, Cala Gracio, Cala Gracioneta, fiancheggiata da bar, cafè, locali notturni, tapas bar, ristoranti e i più famosi dj set, dove si viene per ammirare i tramonti infuocati sul mare.

4. I mercati hippy

Fare shopping nei famosi mercati hippy, dove si ritrova la rilassata atmosfera bohemienne che ha attirato sull’isola gli hippies fin dagli anni ’70, è un must di ogni vacanza a Ibiza.

Tra i più popolari ci sono quelli a Es Cana e Las Dalias che si tengono ogni lunedì e martedì sera (dalle 19:00 alle 1 del mattino) da giugno a settembre e la domenica ad agosto, mentre quello di Punta Arabì è il più antico e più grande mercato hippy dell’isola, che apre ogni mercoledì dalle 10 del mattino durante i mesi estivi.

In un’atmosfera festosa, rallegrata da musica dal vivo, potete acquistare ogni genere di souvenir, ma soprattutto bigiotteria, gioielli e moda adlib, fatta di abiti bianchi lunghi, leggeri ed eleganti, lanciata negli anni ’70 dalla principessa jugoslava Smilja Mihailovitch, ispirata dal motto “indossa ciò che vuoi, purché con stile” e diventata l’emblema di Ibiza.

5. Parco Naturale Ses Salines

Lasciatevi alle spalle le spiagge affollate, la musica a palla, i chiringuitos e inoltratevi lungo i sentieri del Parco Naturale Ses Salines: vi sembrerà di entrare in un’altra dimensione. Un mondo di natura selvaggia, lagune immobili, dune, scogliere, vento, silenzi interrotti dal volo degli uccelli di passo che sostano negli stagni.

Un vero paradiso se siete appassionati di birdwatching, soprattutto a fine estate, quando i fenicotteri arrivano a centinaia per svernare sull’isola.
Tenete la macchina fotografica a portata di mano perché in qualsiasi momento potreste avvistare aironi, trampolieri, falchi pescatori e falchi pellegrini che nidificano a Cap des Falcò.

Imponente e abbagliante, domina il paesaggio la montaña de sal che ricorda che in quest’area si produce sale di gran qualità, l’oro bianco di Ibiza, dal tempo dei Fenici.

Il tesoro sommerso dell’isola è invece la più estesa prateria di posidonia oceanica del Mediterrano che ricopre i fondali attorno al parco e si estende fino a Formentera. Un ecosistema unico, popolato da centinaia di specie viventi, riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità.

6. I pueblos blancos

Un pugno di case raccolte attorno alla parrocchiale imbiancata a calce, di cui spesso portano il nome. I pueblos che punteggiano l’entroterra di Ibiza hanno un aspetto pittoresco e accogliente, da scoprire con un tour in jeep o in dune buggy. Ovunque vi troviate, non siete mai troppo distanti da un borgo di casette bianche e raggiungerli è un ottimo pretesto per esplorare il lato più intimo dell’isola.

Girovagando lungo stradine rurali immerse tra campi, boschi e vigneti nella parte meridionale di Ibiza, sostate a Sant Josep de sa Talaia, uno dei centri più antichi, dove oltre alla bella chiesa fortificata in stile ibicenco trovate anche negozietti e osterie dove accomodarvi all’ombra per una scorpacciata di tapas e montaditos accompagnati da hierbas, il liquore d’erbe a base di piante aromatiche tipico delle Baleari.

Sant Agustì des Vedrà, con la piazzetta, la vecchia torre di pietra e le casas payesas, è un altro dei gioielli meglio custoditi dell’isola, meta ideale per una passeggiata romantica.

7. I mulini a vento

I mulini a vento rappresentano un vero patrimonio culturale delle Isole Baleari, testimoni di un tempo passato. A Sant Antoni, e più precisamente nel complesso di grande valore storico sa Punta des Molí inaugurato nel 1999, si trova un mulino centenario davvero particolare.

Una sala dedicata alle mostre, un antico frantoio e un auditorio vi permetteranno di saperne di più non solo del suo utilizzo passato, ma danno anche una visione più ampia di quelle che erano la vita e le tradizioni sull’isola durante il XX secolo.

A Puig d’en Valls, risalente al 1971, si trova un altro mulino a vento, Rimasto in funzione fino al 1940. E’ l’unico dell’isola che può essere visitato e che presenta intatti le pale, i macchinari e i meccanismi interni.

8. Le Puestas del sol

A Ibiza non mancano certo luoghi incantevoli dove ammirare il tramonto, chiamate puestas del sol.

Tra le più popolari c’è Playa Benirras, una baia protetta dalla quale si possono apprezzare incredibili tramonti in un’atmosfera davvero suggestiva: il calar del sole viene atteso al ritmo concitato dei tamburi suonati dagli hippies in un rito del tutto spettacolare.

Perfetta per ammirare il tramonto è anche Punta Galera, perla naturale ancora poco conosciuta, una delle calette più caratteristiche e meno frequentate di Ibiza. A differenza delle tipiche spiagge di sabbia bianca del resto dell’isola, qui i visitatori possono trovare ampie rocce piatte disposte l’una sopra l’altra che la rendono uno dei paesaggi più curiosi di Ibiza.

Le sue acque sono incredibilmente cristalline e l’ambiente è tra i più rilassanti dell’isola.

 

9. Es Vedrà

L’isolotto disabitato di Es Vedrà è una delle icone di Ibiza. Situata al largo della costa sud-occidentale dell’isola, è protetta come un parco naturale, ma è comunque raggiungibile in barca dalla città di San Antonio o di Ibiza, oppure con le escursioni in jet-ski o snorkeling organizzate dai vari centri di sport acquatici.

Uno dei luoghi più suggestivi di Ibiza, è un monolite di pietra calcarea che si innalza per oltre 400 metri sul mare, popolata da una fauna selvatica di capre, lucertole e falchi. I punti migliori per ammirare Es Vedrà sono Cala D’Hort, la Torre Es Savinar o la Torre del Pirata.

10. Vacanze attive

La sua posizione e il suo clima fanno di Ibiza un luogo perfetto per qualsiasi tipo di sport nautico e all’aperto. L’isola offre un panorama variegato fatto di sentieri mozzafiato da percorre in tutta tranquillità a piedi o in bicicletta, ed ospita periodicamente numerose competizioni per professionisti, tra cui gare di ciclismo e mountain bike, triathlon e maratone, via mare e via terra.

Durante tutto l’anno è possibile praticare sport come il surf, il windsurf e le immersioni subacquee, ma anche esplorare l’isola a bordo di un kayak o, per gli amanti della velocità, in motocross.

A Ibiza il mare è il tuo parco giochi. Tutte le principali spiagge e i resort dispongono di un centro di sport acquatici per stand-up paddle, kayak, jet-ski, parasailing, sci d’acqua e ogni sorta di attività motorizzate.

Al porto della città di Ibiza puoi anche noleggiare uno yacht o una barca con skipper che ti porta ovunque tu voglia andare. E non dimentichiamo che ci sono anche 17 centri di immersione sull’isola che offrono ogni genere di attività subacquea in totale sicurezza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.