taste

Cena al ristorante Archipelago di Costa Toscana

ristorante Archipelago

Cena al ristorante Archipelago di Costa Toscana dove gustare i menu degustazione di tre grandi chef stellati che sono vere opere d’arte.

Una cena al ristorante Archipelago di Costa Toscana (ma presente anche su Costa Smeralda), è un’esperienza culinaria e sensoriale che rende davvero indimenticabile la crociera. Nell’atmosfera elegante e ovattata del ristorante Archipelago puoi gustare i piatti ideati da Bruno Barbieri, Hélène Darroze e Ángel León, l’eccezionale trio di chef stellati che è andato alla scoperta delle autentiche ricette locali dei luoghi visitati dalle nave, proposte tramite i Destination Dish e i menù del ristorante Archipelago che sono vere opere d’arte.

Ristorante Archipelago di Costa Toscana

L’ambiente raffinato del ristorante Archipelago, dove ogni singolo tavolo rappresenta un’isola del gusto, è delimitato da una struttura in rame che abbraccia i pezzi unici di “driftwood”, installazioni di sculture naturali di legno plasmate dal mare e dalle onde.

Opere uniche, recuperate durante le operazioni di salvaguardia dell’ambiente marino rese possibili grazie a Costa Crociere Foundation e al suo progetto di educazione ambientale Guardiani della Costa, al quale viene donato una parte del ricavato delle cene.

Al ristorante Archipelago di Costa Toscana la scelta è tra 3 menu degustazione, uno per ogni chef, ispirati dai luoghi attraversati dalla crociera, in questo caso il Mediterraneo Occidentale. Ogni menù è composto da 5 portate e per rendere l’esperienza sensorialmente ancora più coinvolgente, è possibile accompagnare ogni piatto con un calice di vino appositamente selezionato.

Menu Hélène Darroze

Io ho scelto il menu firmato da Hélène Darroze, la chef francese che si è formata con Alain Ducasse e ora vanta la bellezza di 5 stelle Michelin in totale tra i suoi due ristoranti di Parigi e Londra. L’ingrediente da scoprire: Passito di Pantelleria.

Tartare di Tonno allo Zenzero – Gazpacho ai peperoni del Piquillo, crema montata alla mostarda di Dijon

ristorante Archipelago menu Darroze

Vol-au-vent ai gamberi rossi Carabineros – Animelle di vitello e champignon di Parigi, emulsione al Passito di Pantelleria

ristorante Archipelago menu Darroze

Baccalà confit all’olio agliato – Carciofi alla piastra, finocchietto selvatico, salsa Bagna Cauda alle acciughe

ristorante Archipelago menu Darroze

Petto d’anatra alle spezie del sultano – Mousseline di carote agli agrumi, riduzione al pepe nero di Sarawak, coriandolo fresco e cipollotto

ristorante Archipelago menu Darroze

Babà imbevuto d’Armagnac Darroze – Crema chantilly al Sommacco

ristorante Archipelago menu Darroze

Menu Bruno Barbieri

Le due colleghe che erano al mio tavolo hanno invece optato per il menu di Bruno Barbieri, uno dei più geniali chef italiani, che vanta un record di 7 stelle Michelin. La sua cucina è il risultato delle sue origini e del suo viaggiare: sensibile e semplice allo stesso tempo, ma anche coinvolgente, creativa, sperimentale e provocatrice al punto giusto. L’ingrediente da scoprire: Cipolla di Tropea

Frittelle di capesante con scapece di zucchine – Zucchine marinate con aceto e menta, frittelle di capesante croccanti e salsa aioli

Gramigna con melanzane e salsiccia – Gramigna al torchio con melanzane brasate, salsiccia cruda di Bra, olio all’origano, polvere di pecorino e uova

ristorante Archipelago menu Barbieri

Insalata di astice con mela kanzi e pancotto – Insalata di astice con mela Kanzi, pancotto, cipolla di Tropea, olio alle erbe e piccole verdure all’aceto di lamponi

ristorante Archipelago menu Barbieri

Costolette di agnello al tartufo nero – Costolette di agnello profumate al barbecue e tartufo nero, salsa d’arrosto e piccole verdure Vichy

ristorante Archipelago menu Barbieri

Ristretto di latte al caramello – Ristretto di latte al caramello con salsa bruciata, insalata di lamponi, menta e aceto balsamico

ristorante Archipelago menu Barbieri

Non posso purtroppo documentare il menu di Ángel León perché nessuno dei miei commensali l’ha scelto, sebbene sia decisamente intrigante, con il plancton come ingrediente da scoprire. La cucina di León è infatti decisamente marinara: oltre a fregiarsi di tre stelle Michelin con il suo ristorante Aponiente, lo chef spagnolo si è guadagnato anche il riconoscimento esclusivo di “chef del Mare”.
Ecco comunque il suo menu:

Plancton roll & soppressata di mare – Pane soffiato al plancton e la nostra Soppressata di mare

Reale di ricci di mare – Crema cotta di ricci di mare, cruditè di ricci di mare, salsa olandese al plancton e panna acida agli agrumi

Patate & calamari – Ravioli di calamaro ripieni di mare, crema di patate e calamari, patate confit
con salsa olandese al nero di seppia

Risotto al plancton – Riso cremoso alle seppie, plancton idratato

Quenelle di gelato al latte e biscotti – Crema montata di biscotto, quenelle di gelato al latte e cacao

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.