travel

Maratea mare, sport e natura in Basilicata

Maratea mare

Maratea mare, sport e natura 10 cose da fare e vedere nella Perla del Tirreno vero scrigno di tesori ambientali e naturalistici.

Unico sbocco sul mar Tirreno della Basilicata, Maratea vanta un litorale costiero tra i più suggestivi del mediterraneo che alterna spiagge, calette e fitte macchie di vegetazione che di specchiano nel blu limpido delle acque del Golfo di Policastro. Un contesto naturalistico unico, circondato da tre grandi Parchi Nazionali: Il Parco Nazionale del Pollino, il Parco Nazionale del Cilento e il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Lagonegrese. Ecco 10 cose da fare e vedere tra mare, sport e natura se avete in programma una vacanza a Maratea.

Maratea mare e natura: 10 cose da fare e vedere

1. Porto di Maratea

Se arrivate in barca, probabilmente il porto di Maratea sarà il vostro primo approdo. Approfittatene allora per scoprire questa accogliente insenatura ai piedi del monte San Biagio con le sue antiche case arroccate sulla roccia che raccontano, tra mito e leggende, la millenaria storia della località.

Per entrare in sintonia con il ritmo lento del posto, sedetevi al tavolino di un bar per sorseggiare un aperitivo, ammirando il rientro in rada dei natanti e godendo degli ultimi raggi di sole. Per cenare, accomodatevi in uno dei ristoranti della zona e poi fate una passeggiata romantica sul molo, cullati dalle luci soffuse delle barche.

2. Centro Storico di Maratea

La mattina è il momento migliore per visitare il Centro Storico di Maratea con i suoi vicoletti di antico impianto medievale che si affacciano su piazzette arredate dai tavolini di bar e pasticcerie dove gustare fragranti dolci locali. Camminate rilassati nell’antico borgo medioevale, incorniciato nel verde intenso del Bosco dei Carpini, nell’intreccio di vicoli custodi di antichi palazzi e case, bei portali in pietra e caratteristiche piazzette.

Curiosate poi tra le botteghe, le gallerie d’arte e magari entrate a Palazzo De Lieto per visitare la mostra di archeologia subacquea. Raggiungete infine Piazza Buraglia, luogo ideale per sedersi ai tavolini di un bar per gustare un ottimo bocconotto.

3. Statua del Cristo di Maratea

La bianca statua del Cristo di Maratea, svetta sulla cima di Monte San Biagio tra i ruderi dell’antica Maratea Superiore, a 600 m sul livello del mare. Simbolo di Maratea, la statua del Redentore è alta 22 metri ed è seconda al mondo per altezza dopo quella del Cristo del Corcovado a Rio de Janeiro.

La si raggiunge facilmente e da lassù potete godere dell’impareggiabile vista sul Golfo di Policastro, dal Parco Nazionale del Cilento al Parco Nazionale del Pollino. Cristo di Maratea

4. Basilica di San Biagio

La statua del Cristo Redentore sembra vegliare sulla sottostante Basilica Pontificia di San Biagio che custodisce le reliquie del santo patrono. Il Vescovo armeno protettore della Città di Maratea è raffigurato in una bella statua in argento che viene onorata nei festeggiamenti religiosi nel mese di maggio.

5. Visitare le 44 Chiese

La Basilica di San Biagio è solo la più conosciuta delle 44 chiese e cappelle che arricchiscono Maratea di fede, arte e cultura. La maggior parte, come la Chiesa Madre, l’Annunziata, l’Addolorata e l’Immacolata con la sottostante Cripta di San Pietro, potete visitarle passeggiando nel Centro Storico. Altre sono invece disseminate nelle numerose frazioni costiere e montane, oppure isolate e solitarie, come la Madonna delle Grazie, la Madonna degli Ulivi, San Vito e la Madonna della Pietà, situate lungo suggestivi sentieri nel verde.

6. Maratea mare e spiagge

Per un tuffo nel blu a Maratea mare potete scegliere tra le tante spiagge e calette che punteggiano i trenta chilometri di costa su cui sventola la Bandiera Blu, il prestigioso riconoscimento internazionale che “certifica la qualità delle acque e i servizi di balneazione”.

Le più belle e rinomate sono Acquafredda, Santa Teresa/Calaficarra, Macarro/Illicini/Nera, Castrocucco/Secca di Castrocucco, ma ce ne sono per tutti i gusti, di ciottoli e sabbia, dove rilassarvi su un telo o su un lettino in riva al mare. Poi basta indossare maschera e boccaglio per scoprire i fondali marini ricchi di praterie di posidonia e pesci.Costa di Maratea mare

7. La Grotta delle Meraviglie

Raggiungete Marina di Maratea per ammirare un vero gioiello della natura: La Grotta delle Meraviglie, di nome e di fatto. Si tratta di una cavità carsica scoperta per caso nel 1927 durante i lavori della strada statale, visitabile tutto l’anno. Rimarrete senza parole davanti allìemozionante spettacolo di cascate di stalattiti, stalagmiti e colonne.

8. Vedere la costa dal mare

Prenotate una delle uscite programmate in barca o scegliete di farvi trasportare dal vento su un antico veliero, o ancora noleggiate un natante e sostate in una delle tante baie: sono innumerevoli le opportunità per scoprire la costa di Maratea mare. Per i più sportivi c’è anche la possibilità di pagaiare in kayak per entrare nelle grotte costiere, raggiungere le calette più nascoste, fare un giro intorno all’isola di Santo Janni. Sui lidi di Maratea potete noleggiare kayak e tutta l’attrezzatura necessaria per un’escursione in piena autonomia oppure con un istruttore.

9. Fare escursioni nella natura

Grazie a una fitta rete di sentieri che si diramano lungo la costa e verso l’entroterra del lagonegrese, è possibile fare trekking ed escursioni indimenticabili senza perdere mai di vista il mare. Maratea è infatti abbracciata da un vasto territorio montuoso, con molte cime sopra i 1000 metri e il Monte Coccovello a raggiungere 1500 metri, ricco di boschi e macchia mediterranea in cui si dipanano suggestivi tracciati da percorrere a piedi, in bici o a cavallo, in autonomia o accompagnati da esperte guide locali e decidere magari di terminare l’escursione direttamente in spiaggia con un bagno ristoratore.

Professionisti e agenzie specializzati in attività outdoor, riuniti nel Consorzio Turistico Maratea, permettono inoltre di praticare in piena sicurezza sport all’aria aperta come il parapendio, la canoa, la mountain bike e l’arrampicata.

10. Volare sul Golfo di Policastro

Un’esperienza unica ad alto tasso di adrenalina che potete provare durante un soggiorno a Maratea è il volo in parapendio biposto da Acquafredda o dal Monte San Biagio, lasciandosi trasportare dalle correnti ascensionali fino ad atterrare su una delle tante spiagge. La stupenda vista dall’alto del Golfo di Policastro sarà uno degli indelebili ricordi della vacanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *