travel

Amalfi, trekking panoramico sul Sentiero degli Dei

Sentiero degli dei amalfi-coast

Percorriamo il Sentiero degli dei, il più famoso trekking panoramico della Costiera Amalfitana,  considerato uno dei tracciati più belli del mondo.

Che la si ammiri dal mare o dai monti circostanti, Amalfi è incantevole da ogni prospettiva. Non per niente è la principale porta d’accesso alla cosiddetta Terra degli Dei. Così è chiamato il territorio di Agerola, incastonato fra i Monti Lattari a 600 m sul livello del mare e attraversato da 60 km del suggestivo Sentiero degli Dei.

Sentiero degli Dei

Questo vero e proprio balcone della Costiera Amalfitana collega Bomerano a Nocelle (Positano) offrendo scorci panoramici sempre diversi: dagli affacci a strapiombo sulla Costiera, da cui si scorgono Amalfi, Positano, fino a Punta Licosa, Capri e Ischia, a profondi valloni con torrenti, pareti rocciose, boschi di castagni ed eremi medievali.

Il nome, forse un po’ pretenzioso, è dovuto ai magnifici panorami sul mare e gli splendidi borghi di Vettica Maggiore (Praiano) e Furore situati proprio sotto il sentiero. Dall’alto si possono ammirare anche i pendii a picco sul mare, estremamente ripidi e selvaggi, del monte Sant’Angelo ai Tre Pizzi, la vetta più alta della Penisola Sorrentina.

Al di là del nome, il Sentiero degli Dei è uno straordinario monumento alla sconfinata ostinazione e aggli sforzi della popolazione locale che, nel corso dei secoli, ha saputo colonizzare anche i luoghi più impraticabili della Costiera Amalfitana.

Oggi pastori, boscaioli e contadini usano ancora il sentiero che attraversa centinaia di muretti a secco, orti, boschi, limoneti e vecchi vigneti rubati alla montagna. Accanto al percorso, si trovano grotte e terrazze che scendono dalle scogliere al mare e profonde vallate, falesie a strapiombo su cui volteggiano corvi, gabbiani e falchi pellegrini.

Il percorso si snoda totalmente in quota, tra i 630 metri sul livello del mare di Bomerano ai 430 metri circa di altitudine di Nocelle e può ovviamente essere percorso in entrambe le direzioni, anche se quella più consigliata (oltre che decisamente meno faticosa) è quella da est a ovest, che si svolge in leggera discesa.

In questo modo, al mattino camminerai con il sole alle spalle, mentre nel pomeriggio potrai ammirare il sole tramontare proprio dietro l’isola di Capri.

Altri trekking Costiera Amalfitana

Il Sentiero degli Dei in realtà può essere considerato un vero e proprio sistema escursionistico. Oltre all’itinerario principale e più popolare, tra i paesi della Costiera Amalfitana si snoda infatti un articolato reticolo di sentieri di varia difficoltà che consentono agli appassionati di escursionismo di raggiungere anche le località più remote.

Circuito Tre Calli

Il Circuito Tre Calli parte e arriva a Bomerano scalando il Monte Tre Calli e dalla vetta offre una vista a 360 gradi che spazia sul Golfo di Salerno, la Penisola Sorrentina, Capri.

Altro circuito ad anello è quello chiamato Convento di Cospiti, che partendo da San Lazzaro raggiunge i resti di un convento medievale e gode di una veduta a strapiombo sulla costiera.

Altri sentieri da percorrere sopra ad Amalfi sono il Borgo degli dei e la Corona degli dei, entrambi nei pressi di Bomerano e con belvedere a picco sulla costa.

Itinerario del Generale

L’itinerario del Generale prende il nome dai resti del Castello del Generale Avitabile, situati in un verde parco posto come una terrazza sulla costa in località San Lazzaro. Da qui la vista arriva fino a Punta Campanella, l’area naturale marina situata di fronte a Capri.

Itinerario del Castello

Nei pressi di San Lazzaro si snoda anche l’itinerario del Castello: via Miramare conduce fino alla Punta di San Lazzaro e al Castello Lauritano, da cui si gode un panorama straordinario che abbraccia Amalfi, Ravello e Punta Licosa nel Cilento.

E se la passeggiata vi ha messo appetito, non dimenticate che la zona di Agerola è rinomata anche per le sue specialità e tradizioni gastronomiche: provolone del Monaco dop, provola affumicata, fior di latte, salame e pancetta, pane biscottato e taralli di Agerola, che potete degustare nelle trattorie dei dintorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!