Roma, le mostre d'estate da non perdere al MAXXI

Pubblicato il da Maria Grazia Casella

Roma, le mostre d'estate da non perdere al MAXXI

Finalmente ce l'ho fatta e l'ultima volta che mi trovavo di passaggio a Roma sono riuscita ad andare a visitare il MAXXI, il museo d'arte contemporanea progettato da Zaha Hadid, dove anche l'involucro (oltre al contenuto) è un'opera d'arte. Uno dei motivi per cui non ero ancora riuscita a visitarlo è la sua posizione decentrata, non proprio comoda per chi si trova in città di passaggio o per pochi giorni.

In verità è facilissimo da raggiungere, da Termini sono poche fermate di metro fino a Flaminio, da cui parte il tram n.2 che in pochi minuti vi porta a destinazione.

E' stata poi una piacevole sorpresa scoprire che da qualche mese la collezione permanente del MAXXI è sempre esposta, nella galleria 4 al primo piano, con ingresso gratuito per tutti dal martedì al venerdì.

MAXXI - Opere della collezione permanente

MAXXI - Opere della collezione permanente

L’allestimento, dinamico e immersivo, mette le opere in dialogo tra loro e con gli spazi fluidi del museo, ed è organizzato in cinque sezioni tematiche: Geometria Astrazione; Volume Sintesi; Strati Frammenti; Corpo Misura; Interno Esterno. Tra i lavori esposti nella sezione Geometria Astrazione potete ammirare l’imponente Senza Titolo (Triplo Igloo) di Mario Merz, le geometrie di Studi per una città compatta di Franco Purini, gli acquerelli astratti di Lauretta Vinciarelli e l’oro di Senza Titolo di Gino De Dominicis.

La sezione Volume Sintesi comprende invece il progetto di Renzo Piano per l’Auditorium Parco della Musica (donato al MAXXI dallo stesso Piano) e l’opera recentemente acquisita Istanbul City Hills della giovane artista Margherita Moscardini, le geometrie scultoree di Blood Sugar di Tony Cragg e la sapiente composizione de l’Aula per le udienze pontificie di Pier Luigi Nervi.

E proprio a Nervi è dedicata Architetture per lo sport, una delle grandi mostre dell'estate, che fino al 2 ottobre presenta i progetti per gli impianti sportivi di tutto il mondo firmati dal grande architetto italiano, dallo Stadio Berta di Firenze, alle opere per le Olimpiadi di Roma del 1960, fino al primo impianto sportivo multirazziale a Cape Town, in Sud Africa.

MAXXI - La mostra SUPERSTUDIO

MAXXI - La mostra SUPERSTUDIO

In tema anche SUPERSTUDIO. 50 anni di Superarchitettura, che fino al 4 settembre celebra i 50 anni della fondazione di uno dei gruppi più influenti della scena mondiale delle neo-avanguardie degli anni '60 e '70. In mostra ci sono oltre 200 tra installazioni, oggetti, opere grafiche, fotografie, pubblicazioni, che coprono l'intero percorso e l’evoluzione del gruppo, provenienti in larga parte dal loro archivio e alcuni mai esposti prima. Godetevela come un viaggio nello spazio e nel tempo, nelle immagini, nelle architetture e anche nelle utopie di questo gruppo fenomenale.

La mostra forse più interessante dell'estate, almeno a mio modesto parere, è quella che purtroppo non ho visto, perché non era stata ancora inaugurata al tempo della mia visita. Si tratta di EXTRAORDINARY VISIONS. Italia che rende omaggio ai 70 anni della nascita della Repubblica italiana. Le visioni “extra-ordinarie” sono quelle dei grandi fotografi italiani e internazionali che hanno immortalato angoli del Belpaese, tra cui Luigi Ghirri, Gabriele Basilico, Mimmo Jodice, Franco Fontana, Gianni Berengo Gardin, Hiroshi Sugimoyo, Armin Linke, Jordi Bernadò, Massimo Vitali e altri. E' aperta fino al 23 ottobre e chissà, se mi capiterà di passare da Roma nei prossimi mesi, magari riuscirò a vederla.

Una camera del'Hotel Area Roma

Una camera del'Hotel Area Roma

Durante il mio soggiorno nella capitale ho alloggiato all'Hotel Area Roma che si trova all'EUR, ma è comunque a pochi passi dalla metro Marconi e comodo per raggiungere velocemente anche l'aeroporto di Fiumicino. Circondato dal verde, ha camere davvero spaziose, che tra l'altro sono state rinnovate di recente, quindi sono fresche e accoglienti. Lo stesso vale per la hall e la sala colazioni con un ricco buffet dolce e salato, dove la giornata non può che iniziare di buon umore.

Commenta il post