“Souvenir d’hotel”, una mania senza frontiere

Pubblicato il da Emmegì

“Souvenir d’hotel”, una mania senza frontiere

Vi sarà capitato almeno una volta di portare a casa qualche ‘ricordino’ dal vostro soggiorno in albergo. Diciamolo pure, tutti quegli oggetti pronti per l’uso, dal dentifricio alle ciabattine, dal sapone alle cuffie per la doccia, sono una tentazione irresistibile. Alcuni viaggiatori però, non si limitano a far razzia dei piccoli gadget usa e getta a disposizione degli ospiti, come ha rilevato un curioso sondaggio internazionale realizzato da ww.skyscanner.it, portale leader nella comparazione di voli low-cost.

L’oggetto che desta la maggiore attenzione tra i viaggiatori di passaggio è lo shampoo. La simpatica boccetta conquista infatti quasi il 50% degli intervistati, staccando di molto il secondo classificato, ovvero l’asciugamano, forse più ingombrante per la valigia, così come l’accappatoio.

Singolare il fatto che tra gli oggetti prelevati dall’hotel ci sia anche la televisione e qualcuno non si è fatto scappare nemmeno le batterie per il telecomando. Tra gli altri “souvenir” figura pure qualche quadro, ma anche le tende sono nella lista, sia quelle per il sole che quelle della doccia.

Molto quotato il posacenere, che entra nella top 5 tra gli oggetti più attraenti, un classico ricordo – non solo da hotel – che in molti collezionano. Sarebbe poi interessante capire come alcuni hanno fatto a portarsi a casa lo specchio dell’albergo oppure l’asciugacapelli, trattandosi di oggetti di solito saldamente attaccati al muro!

Ad ogni modo, la corsa al ricordo da hotel avrà probabilmente vita breve. Negli Stati Uniti alcuni gestori si sono già dotati di una particolare tecnologia a ‘chip’, che consente di tracciare il percorso dell’oggetto per prevenire eventuali furti. Chi ha il vizietto del “souvenir d’hotel” è quindi avvertito!

ww.skyscanner.it

Commenta il post