Four Seasons Hotel Firenze, gioiello dell’hotellerie italiana (2)

Pubblicato il da Emmegì

Tutte le camere e suite del Four Seasons Hotel Firenze sono diverse una dall’altra, ma le più spettacolari sono senza dubbio le suite del Piano Nobile, dove per quanto possibile sono state mantenute le peculiarità storiche e artistiche originali, dalle pareti affrescate ai soffitti a cassettoni, arricchite poi con sfarzosi arredi d’epoca e bagni opulenti con maestose vasche in marmo. Fra tutte, la Royal Suite della Gherardesca è però quella che più di ogni altra esprime la magnificenza del Palazzo rinascimentale, con i vari ambienti, camera da letto, salottino, sala da pranzo e da bagno, raccordati da una sontuosa galleria centrale rischiarata da cinque grandi finestre che affacciano sul Giardino della Gherardesca.

Galleria centrale della Royal Suite della Gherardesca

Galleria centrale della Royal Suite della Gherardesca

Atmosfere più intime e raccolte accolgono invece gli ospiti del Conventino, la struttura nell’area ovest del parco, che dispone di un ingresso privato su via Gino Capponi, da cui si raggiunge facilmente a piedi il Duomo in meno di 15 minuti. Immersa nella quiete del parco è anche la SPA, dove rilassarsi dopo una giornata di visite tra monumenti e musei, concedendosi un massaggio o un trattamento cosmetico personalizzato per i quali vengono utilizzati i prodotti naturali a base di erbe della rinomata Officina Profumo-Farmaceutica Santa Maria Novella, una delle più antiche farmacie ed erboristerie officinali del mondo.

A coronare la perfezione del Four Seasons Hotel Firenze non può certo mancare un ristorante all’altezza della situazione…che ovviamente c’è, ma merita un post a parte. Noblesse oblige!

Lobby e Suite del Conventino
Lobby e Suite del Conventino

Lobby e Suite del Conventino

Commenta il post