Parigi, le mostre fashion della ville lumière

Pubblicato il da Maria Grazia Casella

A Parigi, si preannuncia un'estate davvero hot per chi ama la moda e il glamour in tutte le sue declinazioni. In attesa dei saldi più chic del pianeta, che partiranno solo a luglio, ho scoperto che nella capitale francese sono attualmente in corso ben quattro mostre dedicate alla moda Made in France, una più intrigante dell'altra. Se quindi avete in programma un week-end nella ville lumière nei prossimi mesi, segnatevi in agenda questi eventi:

Yves Saint Laurent 1971. La collection du scandale.
Fino al 19 luglio alla Fondation Pierre Bergé - Yves Saint Laurent è in corso un omaggio alla celebre collezione di Alta Moda YSL primavera-estate 1971, che fece scandalo in quanto ispirata agli anni della guerra. Gonne corte, spalle squadrate, il richiamo al periodo dell'Occupazione, criticato violentemente dalla stampa, divenne invece un trend di successo che decretò la consacrazione delle stilista sulle passerelle parigine

Jeanne Lanvin
Fino al 23 agosto 2015 il Palais Galliera - Musée de la mode de la Ville de Paris, celebra la più antica maison francese ancora in attività con un'esposizione allestita in stretta collaborazione con Alber Elbaz, direttore artistico della Maison Lanvin. Si tratta della prima retrospettiva dedicata alla stilista parigina, che riunisce un centinaio di modelli, provenienti dal Patrimoine Lanvin e dai fondi eccezionali del Palais Galliera.

Fashion Mix. Mode d'ici. Créateurs d'ailleurs.
Quest'altra mostra, sempre al Palais Galliera, fino al 28 giugno, è invece un omaggio ai numerosi creatori russi, armeni, spagnoli, italiani, giapponesi, belgi...che hanno fatto grande la moda francese nel mondo. Ecco qualche nome per farvi un'idea del tenore dell'esposizione: Azzedine Alaïa, Mariano Fortuny, Issey Miyake, Yohji Yamamoto, Elsa Schiaparelli, Martin Margiela, e ancora Cristobal Balenciaga, Robert Piguet, Paco Rabanne e Raf Simons. Giunti nella capitale per ragioni politiche o per scelta artistica, attirati dalla sua cultura e dall'innata eleganza francese, questi stilisti hanno contribuito con la propria creatività al successo della haute couture e del prêt-à-porter che fanno di Parigi l'indiscussa capitale internazionale della moda.

Jean Paul Gaultier
Last, but not least, questa esposizione al Grand Palais fino al 3 agosto, presenta capi inediti dello stilista, sia di haute couture sia di prêt-à-porter e anche costumi di scena, creati tra il 1970 e il 2013. Gli abiti sono al centro di un percorso di visita eclettico, che prevede anche sfilate, concerti, videoclip, proiezioni di film e spettacoli di danza.

Se invece del solito albergo, per il vostro prossimo soggiorno parigino preferite optare per una sistemazione più pratica e indipendente, potrebbe essere l'occasione buona per provare uno dei tanti servizi di affitto di appartamenti per brevi soggiorni.
Una soluzione che nelle grandi capitali come Parigi va fortissimo e permette anche di risparmiare, soprattutto se viaggiate con un gruppo di amici.

Commenta il post