travel

Tre isole remote da scoprire (prima degli altri)

isole remote da scoprire raja-ampat

Ormai tutto il mondo è stato completamente esplorato, ma è pur vero che ci sono ancora tanti, tantissimi luoghi da scoprire, almeno turisticamente, prima che diventino di moda.

Con l’aiuto di Cartorange, abbiamo scovato tre isole remote, per vacanze a contatto con la natura, dove i voli charter non sono ancora arrivati e ci si sente un po’ esploratori, di nuove culture, tradizioni, emozioni.

Tre isole remote da scoprire

Indonesia: Flores e Raja Ampat

L’Indonesia è formata da una miriade di isole e arcipelaghi grandi e piccoli, e se si vogliono evitare i percorsi più battuti non è certo un problema trovare una destinazione un po’ fuori mano.

Se desiderate venire in contatto con la natura più autentica e con tradizioni ancestrali uniche Flores, una delle Piccole Isole della Sonda, è l’ideale. In quest’isola a un’ora e mezza di volo da Bali la popolazione vive ancora lontana dalla modernità, secondo i ritmi lenti. Il paesaggio è modellato da tredici vulcani ricoperti da foreste. Se invece cercate un luogo spettacolare per le immersioni, la meta perfetta è Raja Ampat, arcipelago di 1.500 isole e isolotti:

È uno sterminato parco marino caratterizzato da una spettacolare barriera corallina. Ed è ancora poco frequentato, dato che occorrono sei ore di volo da Giacarta, con scalo a Makassar. Ma vale la pena fare un lungo viaggio per questo paradiso incontaminato.

indonesia-landscape

Giappone: Ishigaki-jima

Le isole dell’estremo sud del Giappone offrono un clima tropicale, splendide spiagge, mare cristallino il fascino di una cultura unica. In più sono veramente lontane da tutto: sono a duemila chilometri da Tokyo, tre ore e mezza di volo. A Ishigaki-jima si trovano le spiagge più belle del Giappone, e questo ne fa la meta conclusiva ideale per rilassarsi dopo un tour del paese del Sol Levante.

Cultura, tradizioni e cucina sono autenticamente giapponesi, ma conservano le loro peculiarità locali diverse da tutto il resto del Paese: questa piccola isola riserva sorprese a ogni angolo. Fra le esperienze consigliate ci sono snorkeling e diving per ammirare gli splendidi fondali. Da non perdere anche le escursioni in kayak sul fiume Fukido e a piedi per esplorare l’interno dell’isola.

Canada: Tofino, Vancouver Island

Se preferite climi più freddi e vacanze piene di sport e camminate, la vostra meta è Tofino, sull’Isola di Vancouver, costa pacifica del Canada, un paradiso per chi ama le escursioni e la vita all’aria aperta. È amata sia dalle famiglie, sia dai viaggiatori più avventurosi, perché ci sono proposte di ogni tipo, ma tutte all’insegna della natura e del turismo sostenibile. Lo sport è in primo piano: a detta dei canadesi Tofino è la capitale del surf e si pratica anche il sup (una variante più semplice da imparare, in cui con una pagaia si sta in piedi sulla tavola e si ha la sensazione di camminare sull’acqua).

Altri sport che trovano il loro ambiente ideale sono kayak, canoa, pesca, trail e biking. Il tutto ha luogo in uno scenario naturale incredibile, come l’area del Clayoquot Sound, riserva della biosfera tutelata dall’Unesco, e del Pacific Rim National Park, uno dei più selvaggi territori del Canada affacciato sull’oceano Pacifico e popolato di animali come orsi, alci, balene; è possibile osservare orsi e altri animali sia dalla terraferma che dal mare a bordo di imbarcazioni appositamente attrezzate oppure volando con elicotteri e idrovolanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.