news

Bonus vacanze come richiederlo e hotel che li accettano

mockup bonus vacanze

Arriva il bonus vacanze in Italia: 500 euro per famiglia in forma di credito da utilizzare dal 1 luglio al 31 dicembre 2020 per il pagamento di soggiorni e servizi in hotel, agrituristi e bed and breakfast.

Vediamo nel dettaglio il bonus vacanze cos’è, a chi spetta e come richiederlo.

Inserito nel Decreto Rilancio della Fase 2, il bonus vacanze 2020 è, come annunciato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte: “una forma di sostegno e incentivo alle famiglie al di sotto di un certo reddito con figli a carico sotto forma di bonus da spendere nelle strutture ricettive del paese.”

Bonus vacanze cos’è

Cos’è il bonus vacanza è presto detto: è un credito d’imposta (o tax credit) di valore compreso tra 150 e 500 euro, riservato ai nuclei famigliari con un ISEE fino a 40.000 euro, da utilizzare come pagamento per soggiorni e servizi in strutture ricettive di vario tipo in Italia.

Bonus vacanze a chi spetta

Il bonus vacanze può essere richiesto dai nuclei famigliari, composti anche da uno o due persone, con un reddito ISEE non superiore a 40.000 euro, ma il suo valore varia in base al numero dei componenti del nucleo familiare secondo un meccanismo d’impostazione lineare.

Bonus vacanze come funziona

Intanto precisiamo che il bonus vacanze serve esclusivamente per l’acquisto di soggiorni e servizi in hotel, agriturisimi e bed and breakfast in Italia. Sono quindi esclusi i viaggi all’estero.

L’importo del bonus vacanze 2020 può variare in base alla composizione del nucleo familiare, secondo il seguente schema:

* 500 euro per i nuclei familiare di 3 o più persone

* 300 euro per le famiglie composte da 2 persone

* 150 euro per un componente singolo senza figli a carico

Il bonus vacanze viene erogato sotto forma di credito per spese che devono essere sostenute in un’unica soluzione (quindi non può essere “spezzettato”) per il pagamento di servizi resi da una singola struttura ricettiva, sia esso anche un agriturismo o un bed and breakfast.

Prenotazione e pagamento NON possono avvenire attraverso o con l’intermediazione di piattaforme o portali telematici, ma direttamente presso la struttura o tramite agenzie di viaggi e tour operator, che devono rilasciare fattura elettronica o altro documento fiscale dell’avvenuto pagamento.

Il credito è fruibile nella misura dell’80 per cento sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto e per il 20 per cento in forma di detrazione di imposta in sede di dichiarazione dei redditi del beneficiario.

In pratica, ipotizzando il diritto a un credito massimo di 500 euro, su un’ipotetica spesa di 1000 euro, si pagano solo 600 euro usufruendo di uno sconto di 400 euro (pari all’80 per cento di 500 euro), mentre i restanti 100 euro (pari al 20 per cento di 500 euro) si recuperano in forma di detrazione d’imposta con la dichiarazione dei redditi del 2021.

Bonus vacanze come richiederlo

Il bonus vacanze si ottiene dal 1° luglio esclusivamente per via telematica, tramite la nuova App dei servizi pubblici “io.italia.it”. La procedura è un po’ macchinosa, ma seguendo passo passo la guida che trovi a questo link sul sito dell’Agenzia delle Entrate non dovresti avere problemi.

Dunque, la prima cosa da fare è installare “IO”, l’app dei servizi pubblici, disponibile gratuitamente da PagoPA sul sito https://io.italia.it/. Per accedervi è necessario essere in possesso di identità digitale SPID, il Sistema pubblico di identità digitale (SPID) che permette di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica identità digitale. Se non ne sei ancora in possesso, qui https://www.spid.gov.it/richiedi-spid trovi l’elenco dei fornitori di identità SPID e le modalità di rilascio dell’identità digitale previste da ciascuno.

In alternativa, puoi anche accedere alla AppIO con la tua Carta di identità elettronica (CIE3.0), il nuovo documento identificativo che ti permette di accedere ai servizi digitali della Pubblica amministrazione.

Completato l’accesso alla AppIO, vai alla sezione Pagamenti, dove trovi queste schermate che ti guidano alla richiesta del bonus vacanze.

Guida Bonus Vacanze

Collegandosi alla banca dati dell’Inps, l’appIO verifica che il richiedente sia in possesso di tutti i requisiti necessari e comunica al richiedente l’esito del riscontro, con un messaggio in app.

Nel caso la tua richiesta sia ritenuta valida, ti viene fornito il bonus vacanze digitale con l’indicazione dell’importo dello sconto, del credito d’imposta, l’elenco dei componenti del nucleo familiare che possono usufruirne e il periodo entro cui è possibile utilizzarlo. Al bonus è abbinato un codice univoco e un QR-code da esibire, visualizzandolo sullo smartphone accedendo all’app IO nella sezione “Pagamenti”, al fornitore del servizio turistico al momento del pagamento del soggiorno.

Guida Bonus Vacanze

Lista di hotel che accettano i bonus vacanze

Il bonus vacanze può essere speso non solo negli alberghi, ma in un’ampia gamma di strutture ricettive in tutta Italia, a patto che siano in possesso del codice Ateco 55. In questa categoria ricadono quindi anche bed&breakfast, campeggi, agriturismi, villaggi vacanze, case vacanza con partita IVA e alberghi diffusi. Inoltre può essere utilizzato anche per le prenotazioni tramite un Tour Operator o un’agenzia di viaggio.

In un comunicato del 3 luglio, l’Agenzia delle Entrate ha inoltre precisato che nel Bonus vacanze possono rientrare anche i costi di servizi accessori, come quelli balneari (affitto di ombrelloni e lettini), a patto che siano indicati nella fattura emessa dall’unico fornitore scelto per trascorrere le vacanze, cioè dalla struttura ricettiva.

Detto questo, però, l’accettazione o meno del buono vacanza non è obbligatoria, ma è a totale discrezione della struttura ricettiva, che può anche non essere interessata ad aderire a questa formula. Come fare a sapere allora se l’albergo o il villaggio vacanze in cui si desidera soggiornare accetta i buoni vacanza del Decreto Rilancio? Non resta che informarsi direttamente con l’albergatore al momento della prenotazione per non rischiare di non poter beneficiare dei buoni al momento di saldare il conto della vacanza.

Per facilitarvi la ricerca, ecco una lista di catene alberghiere, tour operator e hotel che accettano i bonus vacanze:

Cominciamo dalla Riviera Romagnola, dove ci sono 389 Hotel che accettano Bonus Vacanze 500€ in Riviera Romagnola

Il tour operator Eden Viaggi aderisce al Bonus Vacanze 2020 con proposte di soggiorni nei suoi villaggi e appartamenti in Sardegna, Sicilia, Puglia, Calabria, Marche e Romagna, prenotabili anche tramite agenzia di viaggi. Qui trovi tutte le informazioni.

DLT, tour operator specializzato in vacanze low cost in hotel e appartamenti in Italia, accetta i Bonus Vacanza sulle prenotazioni effettuate entro fine giugno 2020.

La catena alberghiera Bluserena accetta i bonus vacanze nei suoi villaggi turistici e villaggi vacanze in Sardegna, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Calabria e Piemonte. Se hai diritto al Bonus Vacanze dal “Decreto Rilancio” puoi prenotare subito senza bonus e ti verrà poi scalato in un secondo momento.

Federalberghi ha da poco attivato un sito dedicato, chiamato Bonus Vacanze Italyhotels, in cui si possono facilmente ricercare tutti gli hotel che accettano il bonus vacanze. Un comodo menu consente di fare la ricerca in base alla località, il tipo di struttura e le date del soggiorno, senza dimenticare di spuntare la voce “accetta bonus vacanze”.

Il bonus vacanze può essere utilizzato anche per il pagamento dei soggioni in Italia proposti da Eurospin Viaggi , che in fase di prenotazione vi applicherà lo sconto immediato al quale avete diritto, anticipando alla struttura la cifra. Il programma completo lo trovate sul sito oppure nei supermercati Eurospin.

Per i campeggi, consultate la sezione apposita del portale Camping.it dove sono elencate tutte le strutture che aderiscono e potete fare la ricerca per regione e posizione, quindi contattare direttamente in camping.

Una cinquantina di hotel aderenti alla catena alberghiera Bestwestern accettano i bonus vacanze, senza condizioni oppure in abbinamento alla prenotazione di altri pacchetti promozionali, secondo le condizioni specificate nella pagina dedicata.

Delphina Hotels accetta il bonus vacanze per soggiorni nei suoi splendidi 7 hotel 4 e 5 stelle nel Nord della Sardegna e nel Residence Il Mirto a Palau.

Oltre ad accettare il bonus vacanze nei suoi club, villaggi e resort in Sicilia e in Sardegna, Aeroviaggi integra il bonus governativo con un ulteriore sconto di 200 euro a famiglia su tutte le prenotazioni effettuate entro il 24 luglio 2020.

(1) Commento

  1. Segnalo che su http://www.bed-and-breakfast.it si trovano strutture ricettive non alberghiere che accettano il buono vacanze, visibili al link https://www.casevacanza.online/bonus-vacanze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *